Le Borse dell'Europa dell'Est chiudono ancora in rialzo

CONDIVIDI
Anche oggi tutte le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso in rialzo.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca lo 0,5% a 1.506,38 punti. I volumi di scambio sono aumentati notevolmente rispetto a ieri ma sono rimasti a dei livelli piuttosto bassi. Il mercato azionario russo ha beneficiato oggi dell'aumento del prezzo del petrolio. Tra i petroliferi LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato lo 0,8%, Surgutneftegas (RU0006936028) l'1,4% e Rosneft (RU000A0J2Q06) lo 0,4%. Yukos (RU0009054449) è crollato invece del 35,4% a $0,53. L'assemblea dei creditori di quella che era una volta la principale impresa russa del petrolio hanno votato quasi all'unanimità in favore della sua liquidazione. Tra gli altri titoli di maggior peso Norilsk Nickel (RU0007288411) ha guadagnato il 2% e Gazprom (RU0007661625) lo 0,2% mentre Sberbank (RU0009029540) ha chiuso ancora stabile a $1.780.

Il BUX a Budapest ha guadagnato l'1,3% a 21.720,70 punti. Non si ferma Gedeon Richter (HU0000067624). Dopo l'ottima performance delle scorse sedute il titolo ha guadagnato oggi un ulteriore 1,7%. Bene anche MOL (HU0000068952) spinto dall'alto prezzo del petrolio. Il titolo ha chiuso in rialzo del 3,2% a HUF 22.245.

Il PX a Praga ha guadagnatol'1,2% a 1.402 punti. Ancora bene Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300): +1,5% a CZK 794,50

Il WIG a Varsavia ha guadagnato l'1% a 44.063,27 punti. Continua il rally di Bank BPH (PLBPH0000019): +2,6% a KPN 790.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro