Borse dell'Europa dell'Est: Lievi ribassi in attesa della Fed

CONDIVIDI
Le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi poco mosse. In vista della decisione della Fed sui tassi d'interesse la maggior parte degli investitori è rimasta al di fuori del mercato. I volumi di scambio sono stati perciò bassi su tutte le piazze finanziarie.

L'indice RTS-Interfax ha perso a Mosca lo 0,2% a 1619,98 punti. I volumi di scambio sono calati di più del 50% rispetto a ieri. I titoli di maggior peso hanno registrato dei moderati movimenti. Bene Norilsk Nickel (RU0007288411) e Sberbank (RU0009029540) che hanno guadagnato rispettivamente lo 0,4% e lo 0,5%. Gazprom (RU0007661625), LUKoil (RU0009024277) e Surgutneftegas (RU0006936028) hanno perso invece lo 0,2%.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dello 0,5% a 22.092,56 punti. Bene controtendenza OTP Bank (HU0000061726): +1,2% a HUF 6.200.

Il PX a Praga ha perso lo 0,1% a 1.426,20 punti. Dopo la solida performance delle scorse sedute Zentiva (NL0000405173) ha perso oggi l'1,1% a CZK 1.125. Bene Unipetrol (CZ0009091500): +1,8% a CZK 206,90.

Il WIG a Varsavia ha chiuso in ribasso dello 0,1% a 43.609,44 punti. Anche oggi Bank BPH (PLBPH0000019) ha potuto chiudere in rialzo: +0,3% a KPN 797. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso invece l'1,8%, mentre il titolo di PKN Orlen (PLPKN0000018) ha chiuso invariato.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption