Borse dell'Europa dell'Est negative, affonda Budapest

CONDIVIDI
Tutte le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso. Sui listini ha pesato il sentiment negativo sui mercati azionari occidentali.

L'indice RTS-Interfax ha perso a Mosca lo 0,7% a 1.631,15 punti. I volumi di scambio sono calati rispetto a ieri e sono stati bassi. Eccetto Sberbank (RU0009029540) che ha guadagnato controtendenza l'1,3% tutti i titoli di maggior peso hanno chiuso in ribasso. LUKoil (RU0009024277) e Surgutneftegas (RU0006936028) hanno perso entrambi il 2,2%, Gazprom (RU0007661625) lo 0,2% e Norilsk Nickel (RU0007288411) il 2,4%.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso del 2,8% a 21.330,77 punti. Magyar Telekom (HU0000016522) ha presentato dei dati di bilancio al di sotto delle attese degli analisti. Il titolo ha perso il 4,4% a HUF 860. Male anche OTP Bank (HU0000061726) e MOL (HU0000068952) che hanno perso rispettivamente il 2,9% ed il 3,2%.

Il PX a Praga ha registrato un calo dell'1,7% a 1.405,50 punti. Tra i titoli principali il peggiore è stato Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209): -3% a CZK 462,30. Sul titolo hanno pesato i deboli risultati di bilancio comunicati oggi da Magyar Telekom e da Deutsche Telekom (DE0005557508).

Il WIG a Varsavia ha chiuso in ribasso dell'1,7% a 43.758,99 punti. Anche sulla piazza finanziaria polacca ha sofferto in particolare il titolo dell'ex-monopolista delle telecomunicazioni. Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) ha perso il 3,8% a KPN 20,20.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption