Le Borse di Budapest, Praga e Varsavia chiudono in calo, stabile Mosca

CONDIVIDI
Le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno registrato anche oggi una seduta tranquilla. I volumi di scambio sono stati bassi su tutte le piazze finanziarie a causa della chiusura della Borsa di Londra. Sui listini ha pesato il calo del prezzo del petrolio che è stato solo in parte compensato dalla positiva performance di Wall Street.

L'indice RTS-Interfax ha chiuso stabile a Mosca a 1.643,17 punti. I volumi di scambio sono calati rispetto a venerdì e sono stati estremamente bassi. Tra i titoli di maggior peso LUKoil (RU0009024277) ha perso l'1,1% e Gazprom (RU0007661625) lo 0,3%. Bene invece controtendenza Norilsk Nickel (RU0007288411): +1,9% a $136. Sberbank (RU0009029540) e Surgutneftegas (RU0006936028) hanno chiuso anche oggi stabili.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dell'1,4% a 21,876 punti. Tutte le blue chips hanno perso terreno. In gran spolvero Demasz (HU0000069232): +11% a HUF 19.205. EDF (FR0010242511) ha lanciato un'Opa sul resto del capitale dell'impresa energetica ungherese che ancora non possiede. Il colosso francese delle utilities offre per circa il 40% di Demasz HUF 20.000 per azione.

Il PX a Praga ha perso lo 0,9% a 1.414,80 punti. Ancora una seduta da dimenticare per Philip Morris (CZ0008418869). Dopo aver perso venerdì l'8,5% il titolo della filiale dell'Europa dell'Est del colosso del tabacco ha perso oggi il 6,1%.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,5% a 42.384,40 punti. Bene controtendenza Grupa Lotos (PLLOTOS00025): +2,8% a KPN 55,40. L'impresa petrolchimica polacca ha scoperto la scorsa settimana un giacimento di petrolio nel Mar Baltico.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro