Borse dell'Europa dell'Est: Sale solo Praga

CONDIVIDI
Tra le principali Borse dell'Europa dell'Est solo Praga ha potuto chiudere oggi in rialzo.

L'indice RTS-Interfax ha perso a Mosca lo 0,5% a 1.630,47 punti. I volumi di scambio sono scesi sensibilmente rispetto a ieri e sono stati bassi. Tutte le blue chips dei settori petrolifero e minerario sono state oggetto di prese di beneficio. LUKoil (RU0009024277) ha perso l'1,1%, Surgutneftegas (RU0006936028) l'1,5%, Gazprom (RU0007661625) l'1,5% e Norilsk Nickel (RU0007288411) lo 0,7%. Tra gli altri titoli di maggior peso bene invece Sberbank (RU0009029540): +1,1% a $2.280.

Il BUX a Budapest ha perso lo 0,6% a 22.318,67 punti. La seduta è stata tranquilla visto che lunedì prossimo in Ungheria è festa nazionale. Ancora male OTP Bank (HU0000061726): -1,2% a HUF 7.039. Tra gli altri titoli di maggior peso MOL (HU0000068952) ha chiuso in ribasso dell'1,2%, Magyar Telekom (HU0000016522) ha guadagnato invece come ieri lo 0,4%.

Il PX a Praga ha chiuso in rialzo dello 0,2% a 1.516,10 punti. Il listino ha beneficiato della positiva performance di Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300). Il titolo della compagnia ceca delle utilities ha guadagnato l'1,7% a CZK 840,30. Gli operatori hanno parlato di un forte ordine d'acquisto dall'estero.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,6% a 47.562,92 punti. Dopo i forti guadagni delle scorse sedute Bank Pekao (PLPEKAO00016) è stato oggetto di prese di beneficio ed ha perso il 3,3%. Tra gli altri titoli bancari BRE Bank (PLBRE0000012) e Bank BPH (PLBPH0000019) hanno chiuso invariati, BZW Bank (PLBZ00000044) ha perso l'1,3%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption