Borse dell'Europa dell'Est negative, male i petroliferi

CONDIVIDI
Le Borse di Mosca, Budapest e Varsavia hanno chiuso oggi in ribasso. Praga è rimasta ferma per festa.

L'indice RTS ha perso a Mosca l'1,4% a 1.688,97 punti. I volumi di scambio sono rimasti stabili rispetto a ieri e sono stati poco al di sopra della media. Sul mercato azionario russo ha pesato oggi il forte calo del prezzo del petrolio. Tra i petroliferi LUKoil (RU0009024277) ha perso il 2,6%, Surgutneftegas (RU0006936028) il 2,7%, Rosneft (RU000A0J2Q06) lo 0,3% e Gazprom (RU0007661625) l'1,7%. Male anche le altre due principali blue chips russe Norilsk Nickel (RU0007288411) l'1,8% e Sberbank (RU0009029540) che hanno perso rispettivamente il 2,8% e lo 0,6%.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dell'1,7% a 23.053,79 punti. Tra i titoli di maggior peso il peggiore è stato il petrolchimico MOL (HU0000068952): -3,3% a HUF 21.100. Dopo l'ottima performance di ieri OTP Bank (HU0000061726) ha chiuso oggi in ribasso dello 0,3% a HUF 7.539.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,5% a 48.300,38 punti. Anche a Varsavia hanno sofferto i petroliferi ed i minerari. PKN Orlen (PLPKN0000018) ha perso l'1,1%, Grupa Lotos (PLLOTOS00025) il 2,9% e KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) il 2,2%. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha chiuso in ribasso del 2,4% a KPN 205. La compagnia aerea LOT ha annunciato di voler cedere la sua partecipazione nella grande banca polacca.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption