Borse dell'Europa dell'Est: Nel segno del toro

CONDIVIDI
Tutte le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi con dei solidi rialzi. Mosca, Praga e Varsavia hanno raggiunto dei nuovi record storici sia intraday che per quanto riguarda le quotazioni di chiusura. Per Mosca si è trattato dell'undicesima seduta positiva di fila.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca l'1,7% a 1.821,33 punti. I volumi di scambio sono aumentati rispetto a ieri e sono stati alti. Anche oggi il mercato azionario russo ha beneficiato del clima positivo sulle Borse occidentali. L'aumento del prezzo del petrolio ha spinto i petroliferi. A Mosca si è speculato oggi inoltre di nuovo su una possibile acquisizione di Surgutneftegas (RU0006936028) da parte di Rosneft (RU000A0J2Q06). Surgutneftegas ha chiuso perciò in rialzo del 7,5%, Rosneft del 2,1%, LUKoil (RU0009024277) dell'1,7% e Gazprom (RU0007661625) dell'1,2%. EESR Rossii (RU0008959655) ha perso controtendenza lo 0,5%. La prima impresa russa delle utilities ha presentato oggi dei robusti dati di bilancio per il primo semestre. Dopo il rally del titolo delle scorse settimane il mercato aveva atteso però qualche cosa di più. Tra gli altri titoli di maggior peso Norilsk Nickel (RU0007288411) ha guadagnato l'1,4% e Sberbank (RU0009029540) lo 0,6%.

Il BUX a Budapest ha chiuso in rialzo del 2,7% a 23.557,27 punti. In gran spolvero Magyar Telekom (HU0000016522): +6,7% a HUF 985. Elek Straub, CEO della principale impresa ungherese delle telecomunicazioni, ha annunciato le sue dimissioni. Magyar Telekom ha comunicato inoltre che pagherà per il 2005 un dividendo di HUF 73 per azione. Molto bene anche le altre blue chips ungheresi. OTP Bank (HU0000061726) ha guadagnato il 3,3%, MOL (HU0000068952) l'1,6% e Gedeon Richter (HU0000067624) l'1%.

Il PX a Praga ha guadagnato lo 0,9% ed ha chiuso per la prima volta nella sua storia al di sopra della soglia dei 1.600 punti (esattamente a 1.600,40 punti). Continua il rally di Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300). Il titolo di maggior peso del listino ceco ha guadagnato il 2,3% e raggiunto un ennesimo nuovo massimo assoluto a CZK 976,50. Anche oggi gli operatori hanno parlato di importanti ordini d'acquisto dall'estero per Ceske Energeticke Zavody (abbr. CEZ). Dopo le perdite di ieri in ripresa Komercni Banka (CZ0008019106): +2% a CZK 3.137.

Il WIG a Varsavia ha registrato un aumento dell'1,3% a 52.370,79 punti. Tra i venti titoli principali diciassette hanno chiuso in rialzo. Anche oggi sugli scudi i bancari. PKO Bank Polski (PLPKO0000016) ha guadagnato il 3,5%, Bank BPH (PLBPH0000019) l'1,3%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) il 4,5%, BZW Bank (PLBZ00000044) l'1% e BRE Bank (PLBRE0000012) il 2,1%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption