Borse dell'Europa dell'Est: Mosca crolla alla prima seduta dell'anno

CONDIVIDI
Tra le principali Borse dell'Europa dell'Est solo Varsavia ha potuto chiudere oggi in rialzo.

Dopo la lunga pausa per le festività di fine anno la Borsa di Mosca ha aperto molto negativamente il 2007. L'indice RTS-Interfax ha perso oggi il 6,4% a 1.798,63 punti. Sul mercato azionario russo ha pesato il forte ridimensionamento dei prezzi del petrolio e dei principali metalli dall'inizio dell'anno. Tutti i titoli di maggior peso hanno registrato delle rilevanti perdite. LUKoil (RU0009024277) ha perso l'8,4%, Surgutneftegas (RU0006936028) il 7,9%, Rosneft (RU000A0J2Q06) il 4,9%, Gazprom (RU0007661625) il 5,4%, Norilsk Nickel (RU0007288411) l'8,6%, EESR Rossii (RU0008959655) il 7,1% e Sberbank (RU0009029540) l'8,1%.

Il BUX a Budapest ha perso l'1% a 23.570 punti. OTP Bank (HU0000061726) ha chiuso in ribasso del 2,8% a HUF 8.165. Oggi Zoltà¡n Spéder, vice-chairman e direttore finanziario della principale banca ungherese, ha annunciato le sue dimissioni per "motivi familiari". Tra gli altri titoli principali bene controtendenza Magyar Telekom (HU0000016522): +1,5% a HUF 990.

Il PX a Praga ha chiuso in ribasso dello 0,1% a 1.589,30 punti. Sul listino hanno pesato le perdite di Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300). Il titolo della maggiore impresa ceca delle utilities ha perso il 3% a CZK 900,40. Le altre blue chips ceche hanno altrimenti registrato una ripresa. Unipetrol (CZ0009091500) ha guadagnato 0,7%, Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) lo 0,7% e Komercni Banka (CZ0008019106) l'1,8%.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,5% a 49.769,49 punti. Il listino polacco ha beneficiato oggi della ripresa della maggior parte dei bancari. Bank BPH (PLBPH0000019) ha guadagnato l'1,1%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) lo 0,4% e BZW Bank (PLBZ00000044) l'1,1%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption