Borse dell'Europa dell'Est: Record storici per Mosca, Praga e Varsavia

CONDIVIDI
Le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso anche oggi in rialzo. Mosca, Praga e Varsavia hanno raggiunto dei nuovi record storici. Il BUX a Budapest ha chiuso solo 230 punti al di sotto dei suoi massimi assoluti.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca lo 0,3% a 2.008,42 punti. I volumi di scambio sono saliti rispetto a venerdì e sono stati alti. I guadagni dell'indice RTS-Interfax sono stati limitati dalla debole performance di Gazprom (RU0007661625). Il titolo del colosso russo del gas ha perso l'1,1% a $10,38. Deutsche UFG ha tagliato oggi il suo rating su Gazprom da "Hold" a "Sell" ed il target sul prezzo a $9,00. Tra gli altri titoli di maggior peso LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato l'1,1%, Surgutneftegas (RU0006936028) l'1,3%, Rosneft (RU000A0J2Q06) l'1,3% e Norilsk Nickel (RU0007288411) lo 0,5%. EESR Rossii (RU0008959655) ha perso lo 0,3% mentre Sberbank (RU0009029540) ha chiuso invariato.

Il BUX a Budapest ha chiuso in rialzo dell'1,6% a 25.181,25 punti. Sugli scudi OTP Bank (HU0000061726): +2,6% e nuovo record storico a HUF 9.045. Bene anche MOL (HU0000068952) e Magyar Telekom (HU0000016522) che hanno guadagnato rispettivamente il 2% ed il 2,1%. Gedeon Richter (HU0000067624) ha perso invece l'1,1% a causa dei nuovi piani del Governo ungherese sulla procedura del rimborso statale dei costi per i farmaci.

Il PX a Praga ha guadagnato l'1,5% a 1.814,10 punti. Komercni Banka (CZ0008019106) continua a correre senza sosta. Il titolo della principale banca ceca ha guadagnato oggi un ulteriore 3,4%. Molto bene anche Unipetrol (CZ0009091500): +3,2 a CZK 248,40. Dopo le perdite di venerdì scorso Philip Morris (CZ0008418869): ha registrato una ripresa ed ha chiuso in rialzo del 2,7%.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato l'1% a 59.424,56 punti. Il nuovo aumento del prezzo del rame ha messo le ali a KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017). Il titolo della principale impresa minearia polacca ha chiuso in rialzo del 5,5% a KPN 117,90. Molto bene anche Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017): +3,5% a KPN 24. PKN Orlen (PLPKN0000018) ha chiuso invece stabile. Secondo delle voci di mercato sui conti dell'impresa petrolifera potrebbero aver pesato durante il primo trimestre degli oneri straordinari.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption