Le Borse dell'Europa dell'Est chiudono in ribasso

Durante il corso della seduta i listini hanno potuto ridurre notevolmente le loro perdite. A Varsavia continua il rally di KGHM.

CONDIVIDI
Tutte le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso. Il crollo delle borse cinesi ha messo sotto pressione soprattutto i mercati azionari degli altri paesi emergenti. Nel corso della seduta i listini dell'Europa dell'Est hanno potuto però ridurre notevolmente le loro perdite.

L'indice RTS-Interfax ha perso a Mosca lo 0,7% a 1724,69 punti. I volumi di scambio sono scesi leggermente rispetto a ieri e sono stati poco al di sotto della media. Dopo le perdite delle scorse sedute alcune blue chips russe hanno registrato oggi una lieve ripresa. LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato lo 0,1%, Surgutneftegas (RU0006936028) lo 0,5% e Norilsk Nickel (RU0007288411) l'1,5%. Gli altri titoli principali hanno chiuso ancora in ribasso. Rosneft (RU000A0J2Q06) ha perso lo 0,6%, Gazprom (RU0007661625) l'1,4%, EESR Rossii (RU0008959655) il 2%, Sberbank (RU0009029540) il 2,4% e VTB Bank (RU000A0JP5V6) l'1,3%.

Il BUX a Budapest ha perso lo 0,2% a 25.981,93 punti. In spolvero controtendenza Raba (HU0000073457): +5% a HUF 1.675. L'impresa produttrice di componenti per l'industria automobilistica ha alzato le sue previsioni per l'intero 2007. Egis (HU0000053947) ha continuato a beneficiare della speculazione su un suo possibile buyout ed ha guadagnato l'1,4%. I titoli di maggior peso del listino OTP Bank (HU0000061726) e MOL (HU0000068952) hanno perso rispettivamente lo 0,2% e lo 0,9%.

Il PX a Praga ha chiuso in ribasso dello 0,5% a 1.820,20 punti. Tra le blue chips ceche Komercni Banka (CZ0008019106) ha perso l'1%, Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) lo 0,7% e Zentiva (NL0000405173) lo 0,6%. Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) ha guadagnato invece lo 0,8% a CZK 603.50.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,7% a 62.313,96 punti. Ancora bene, oggi controtendenza, KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017): +3,5% a KPN 115,90. La principale impresa mineraria polacca ha annunciato un forte aumento del suo dividendo. Il rally di KGHM ha limitato le perdite dell'intero listino. Quasi tutte le altre blue chips polacche hanno chiuso infatti in ribasso. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso l'1,5%, PKN Orlen (PLPKN0000018) l'1,8% e Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) l'1,9%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro