Borse dell'Europa dell'Est: Nuovo record storico per il PX a Praga

Rialzi anche per Mosca e Budapest, moderate perdite per Varsavia.

CONDIVIDI
Tra le principali Borse dell'Europa dell'Est solo Varsavia ha chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS-Interfax ha guadagnato a Mosca lo 0,2% a 1.897,70 punti. I volumi di scambio sono stati anche oggi nella media. Le blue chips russe hanno chiuso contrastate. Gazprom (RU0007661625) ha guadagnato il 2%, Surgutneftegas (RU0006936028) lo 0,5%, EESR Rossii (RU0008959655) lo 0,6% e Sberbank (RU0009029540) lo 0,4%. LUKoil (RU0009024277) ha perso lo 0,7% e Norilsk Nickel (RU0007288411) lo 0,2%, Rosneft (RU000A0J2Q06) ha chiuso stabile.

Il BUX a Budapest ha guadagnato lo 0,5% a 28.929,73 punti. MOL (HU0000068952) ha continuato a ritracciare ed ha chiuso in ribasso dell'1,4%. Il Governo ungherese ha ribadito oggi che si opporrà con tutti i suoi mezzi a disposizione ad una scalata dell'impresa petrolchimica. Le autorità antitrust ungheresi hanno inoltre avvertito che una fusione tra MOL ed OMV (AT0000743059) renderebbe difficile la libera concorrenza nel settore petrolifero dell'intera regione. Anche oggi in spolvero OTP Bank (HU0000061726): +2,4% e nuovo record storico a HUF 10.600. Gli operatori hanno parlato di "window dressing" da parte degli investitori istituzionali.

Il PX a Praga ha chiuso in rialzo dello 0,8% e raggiunto un nuovo record storico per quanto riguarda le quotazioni di chiusura a 1.859,10 punti. Erste Bank (AT0000652011) ha continuato a riguadagnare terreno ed ha registrato un aumento del 2,3%. Dopo le perdite delle scorse sedute Komercni Banka (CZ0008019106) ha guadagnato lo 0,4%. Bene anche Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300): +0,8% a CZK 1.096. Pegas Nonwovens (LU0275164910) è stato oggetto di prese di beneficio ed ha perso lo 0,8%.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,5% a 66.077,69 punti. Sul sentiment degli investitori nella capitale polacca ha pesato il debole debutto di LC Corp (PLLCCRP00017). Il titolo dell'impresa immobiliare ha perso nel suo primo giorno di contrattazione quasi il 7%. Dopo la solida performance delle scorse sedute su alcune blue chips polacche sono scattate oggi delle prese di beneficio. KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha perso lo 0,9%, Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) l'1,4% e PKN Orlen (PLPKN0000018) l'1,7%. Agora (PLAGORA00067) e Polimex-Mostostal (PLMSTSD00019) hanno guadagnato invece rispettivamente il 4% ed il 3,7%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption