Le Borse dell'Europa dell'Est chiudono in forte calo

Mosca ha perso il 2,1%, Budapest l'1,7%, Praga l'1,9% e Varsavia l'1,6%.

CONDIVIDI
Tutte le principali Borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso. Sui listini ha pesato il nuovo peggioramento del clima sui mercati azionari occidentali a causa delle crisi del settore dei mutui subprime.

L'indice RTS-Interfax ha perso a Mosca il 2,4% a 1.939 punti. I volumi di scambio sono aumentati rispetto a ieri e sono stati al di sopra della media. Tutti i titoli di maggior peso hanno chiuso in ribasso. LUKoil (RU0009024277) ha perso il 2,2%, Rosneft (RU000A0J2Q06) l'1%, Gazprom (RU0007661625) il 2,7%, Norilsk Nickel (RU0007288411) il 3,5%, EESR Rossii (RU0008959655) l'1,5% e Sberbank (RU0009029540) il 4%. Dopo il rally delle scorse sedute Polyus Gold (RU000A0JNAA8) è crollato oggi del 7,1%. Alexei Kudrin, chairman di ALROSA, la maggiore società russa impegnata nell'estrazione di diamanti, ha smentito oggi un imminente ingresso della sua impresa nel capitale di Polyus Gold.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dell'1,7% a 28.042,93 punti. MOL (HU0000068952) ha perso l'1,8% a HUF 26.755. L'impresa petrolchimica ha presentato questa mattina dei dati di bilancio al di sotto delle attese del mercato. Sul titolo hanno continuato inoltre a pesare le dichiarazioni di ieri di Wolfgang Ruttenstorfer, numero uno di OMV (AT0000743059). Il CEO dell'impresa austriaca ha escluso un'offerta ostile per la rivale ungherese. Bene controtendenza Magyar Telekom (HU0000016522): +1,1% a HUF 960. L'operatore delle telecomunicazioni ha annunciato oggi dei risultati migliori delle previsioni degli analisti.

Il PX a Praga ha perso l'1,9% a 1.774,60 punti. Tutte le blue chips ceche hanno registrato una seduta negativa. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha perso il 2,5%, Komercni Banka (CZ0008019106) il 2,1%, Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) l'1,3% e Zentiva (NL0000405173) il 3,2%

Il WIG a Varsavia ha chiuso in ribasso dell'1,6% a 60.310,62 punti. Anche a Varsavia i titoli principali sono andati a picco. KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha perso il 5,2%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) lo 0,4%, Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) il 2,1% e PKN Orlen (PLPKN0000018) il 2,3%. In gran spolvero controtendenza Agora (PLAGORA00067): +7% a KPN 46,01. Il gruppo polacco dei media ha annunciato questa mattina dei dati di bilancio nettamente al di sopra delle previsioni degli analisti.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption