Borse dell'Europa dell'Est: Sale solo Varsavia

Moderate perdite per Mosca e Praga, stabile Budapest.

CONDIVIDI
Tra le principali Borse dell'Europa dell'Est solo Varsavia ha chiuso oggi in rialzo.

L'indice RTS-Interfax ha perso a Mosca lo 0,3% a 1.871,54 punti. I volumi di scambio sono aumentai rispetto a ieri ma sono rimasti al di sotto della media. La seduta è stata tranquilla, priva di spunti particolari. La maggior parte dei titoli principali hanno chiuso anche oggi in ribasso. LUKoil (RU0009024277) ha perso il 2,6%, Surgutneftegas (RU0006936028) il 2,4%, Gazprom (RU0007661625) lo 0,6%, Norilsk Nickel (RU0007288411) lo 0,2% e EESR Rossii (RU0008959655) lo 0,1%. Rosneft (RU000A0J2Q06) ha guadagnato lo 0,5%, Sberbank (RU0009029540) ha chiuso stabile a $3,66.

Il BUX a Budapest ha chiuso invariato a 26.816,67 punti. MOL (HU0000068952) ha guadagnato l'1,3% a HUF 27.240. Magyar Telekom (HU0000016522) e OTP Bank (HU0000061726) hanno perso invece rispettivamente l'1% e lo 0,6%.

Il PX a Praga ha perso lo 0,7% a 1.761,00 punti. Non si ferma Philip Morris (CZ0008418869): +1,3% a CZK 10.050. La casa madre casa madre Altria (US02209S1033) ha annunciato oggi di avere l'intenzione di voler scorporare Philip Morris International. Ancora male invece Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300): -2% a CZK 1.054.

Il WIG a Varsavia ha chiuso in rialzo dello 0,9% a 59.960,66 punti. Il listino ha beneficiato del rally di PKN Orlen (PLPKN0000018): +6,5% a KPN 65,00. L'impresa polacca ha annunciato oggi di voler aumentare a partire dal 2010 notevolmente la produzione della sua unità petrolchimica.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption