Borse America Latina: Ancora bene San Paolo, scende Città del Messico

Il Bovespa ha chiuso per la terza seduta di fila in rialzo nonostante su Companhia Vale do Rio Doce e su Petroleo Brasileiro siano scattate delle prese di beneficio.

CONDIVIDI
La Borsa di San Paolo ha chiuso oggi per la terza seduta positiva in rialzo. L'indice Bovespa ha guadagnato lo 0,2% a 58.857,78 punti (nuovo record storico per quanto riguarda le quotazioni di chiusura). Dopo il rally delle scorse sedute Companhia Vale do Rio Doce (BRVALEACNPA3) e Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) sono stati oggetto di prese di beneficio ed hanno perso rispettivamente lo 0,4% e l'1,5%. In spolvero TAM SA (BRTAMMACNOR5) e Gol Linhas Aereas (BRGOLLACNOR7). TAM ha guadagnato il 5,1% e Gol Linhas Aereas il 6,5%. J.P. Morgan ha alzato oggi il suo rating sui titoli delle due linee aeree da "Underweight" a "Neutral". Molto bene anche Vivo (BRVIVOACNOR1): +4,1% a BRL 8,93.
L'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,8% a 30.294,77 punti. I deboli dati sulla fiducia dei consumatori e sulle vendite di case esistenti hanno fatto aumentare oggi i timori del mercato su una possibile recessione negli USA, il principale partner commerciale del Messico. Gli investitori continuano inoltre a temere che l'aumento dell'inflazione possa spingere la Banca Centrale Messicana ad alzare i suoi tassi d'interesse. Cemex (MXP225611567) ha perso lo 0,9%, Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) lo 0,2% e América Móvil (MXP001691213) l'1,4%.
Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha chiuso stabile. Il General a Lima e l'IPSA a Santiago del Cile hanno perso rispettivamente lo 0,1% e lo 0,5%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption