Borse America Latina negative, San Paolo perde più del 3%

A San Paolo Companhia Vale do Rio Doce ha perso quasi l'8%. A Città del Messico bene controtendenza Wal-Mart de Mexico.

CONDIVIDI
Le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi in ribasso. Il Bovespa a San Paolo ha perso il 3,1% a 60.098,57 punti. Sul listino brasiliano hanno pesato le forti perdite dei suoi due titoli di maggior peso: Companhia Vale do Rio Doce (BRVALEACNPA3) e Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6). Il titolo del colosso minerario è crollato del 7,8%. J.P. Morgan ha tagliato oggi il suo rating su Companhia Vale do Rio Doce da "Overweight" a "Neutral". Secondo la banca d'affari gran parte delle notizie positive sarebbero ormai scontate nel titolo. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 3,3%. Anche il titolo del colosso del petrolio è stato affondato da un downgrade. Bear Stearns ha tagliato oggi il suo rating su Petroleo Brasileiro a "Peer Perform". Secondo il broker dopo il suo recente rally il titolo avrebbe ora solo un limitato potenziale. L'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,9% a 31.178,84 punti. Sul listino messicano hanno pesato i nuovi timori legati allo stato di salute dell'economia statunitense. Cemex (MXP225611567) ha perso l'1,7% e América Móvil (MXP001691213) il 2,7%. Ancora bene invece Wal-Mart de Mexico (MXP810081010): +1,9% a MXN 42,70. Eduardo Solorzano, CEO del colosso della distribuzione, ha espresso oggi ottimismo sull'andamento delle vendite della sua impresa. Solorzano ha indicato inoltre che Wal-Mart de Mexico aprirà a novembre nei suoi centri le sue prime proprie filiali bancarie.
Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha perso lo 0,3%, l'IPSA a Santiago del Cile l'1,2% ed il General a Lima lo 0,1%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption