Le Borse dell'America Latina chiudono contrastate

La Borsa di San Paolo ha guadagnato lo 0,8%, moderate perdite invece per Città del Messico.

CONDIVIDI
Le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi contrastate. Dopo essere stata rimasta venerdì ferma per una festività in Brasile la Borsa di San Paolo ha registrato oggi una seduta positiva. L'indice Bovespa ha chiuso in rialzo dello 0,8% a 62.969,44 punti. Il listino brasiliano è stato spinto dai suoi due titoli principali: Companhia Vale do Rio Doce (BRVALEACNPA3) e Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) che hanno guadagnato entrambi il 2,4%. Companhia Vale do Rio Doce ha annunciato giovedì scorso di avere l'intenzione di investire $59 miliardi tra il 2008 e il 2012 per raddoppiare la sua produzione di rame e per potenziare le sue attività nel ferro e nel nickel. Petroleo Brasileiro ha beneficiato da parte sua del nuovo aumento del prezzo del petrolio. L'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,4% a 32.335,86 punti. Il debole outlook comunicato da Citigroup (US1729671016) ha fatto riaumentare i timori del mercato legati alle possibili conseguenze della crisi del settore del credito per l'intera economia degli USA, il principale partner commerciale del Messico. América Móvil (MXP001691213) ha perso l'1,7% e Cemex (MXP225611567) l'1%. Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) ha chiuso invariato a MXN 45,75. Tra gli altri listini del continente sudamericano il General a Lima ha guadagnato lo 0,1% mentre l'IBVC a Caracas ha perso l'1,2%. Le borse di Buenos Aires e di Santiago del Cile sono state ferme per festa.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption