Borse dell'America Latina: San Paolo non si ferma, lieve calo per Città del Messico

Il Bovespa ha guadagnato l'1,2%. A Città del Messico affonda Fomento Economico Mexicano.

CONDIVIDI
La maggior parte delle borse dell'America Latina hanno chiuso anche oggi in rialzo. La Borsa di San Paolo ha continuato a salire. Il Bovespa ha guadagnato l'1,2% a 65.044,31 punti (nuovo record storico). Companhia Vale do Rio Doce (BRVALEACNPA3) e Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6), i due titoli di maggior peso del listino brasiliano, hanno guadagnato rispettivamente ed il 2,7% ed il 4,6%. Dopo il suo brillante debutto di venerdì scorso il titolo di Bovespa Holding (BRBOVHACNOR5) è stato oggetto di prese di beneficio ed ha perso l'8,5% a BRL 32. L'IPC a Città del Messico ha perso lo 0,1% a 32.100,76 punti. Sul listino hanno pesato le forti perdite di Fomento Economico Mexicano (MXP320321310): -8,6% a MXN 37,55. Il Direttore Finanziario del primo produttore di bevande dell'America Latina ha dichiarato oggi che l'utile operativo della divisione della birra di Fomento Economico Mexicano potrebbe calare quest'anno di più del 10% a causa degli elevati costi delle materie prime e della forte concorrenza. Il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,4% a 2.337,11 punti. La vittoria alle elezioni presidenziali di Cristina Fernandez Kirchner era in gran parte scontata ed ha avuto solo un modesto impatto sul mercato azionario argentino. Tra gli altri listini del continente sudamericano il General a Lima ha guadagnato l'1% e l'IBVC a Caracas l'1,6%. L'IPSA a Santiago del Cile ha chiuso in calo dello 0,3%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption