Borse dell'America Latina: Domina il segno meno, Città del Messico perde il 2,8%

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,6%, lieve rialzo per Buenos Aires.

La maggior parte delle borse dell'America Latina hanno chiuso oggi in forte ribasso. Sui listini del continente sudamericano hanno pesato le sensibili perdite registrate da Wall Street. L'IPC a Città del Messico ha chiuso in calo del 2,8% a 29.582,21 punti. América Móvil (MXP001691213) ha perso il 3,3%, Grupo Mexico (MXP370841019) il 4%, Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) il 4,4% e Cemex (MXP225611567) l'1,8%. Gli investitori temono che la crisi dei mutui subprime possa far rallentare la crescita dell'economia degli USA, il principale partner commerciale del Messico. Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,6% a 63.500,62 punti. TIM Participacoes (BRTCSLACNPR7) ha perso il 4,4% dopo aver annunciato dei deboli dati di bilancio per il terzo trimestre. Companhia Vale do Rio Doce (BRVALEACNPA3) ha perso il 2% e Gerdau (BRGGBRACNPR8) il 3%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso invece in rialzo dello 0,4% nonostante il ritracciamento del prezzo del petrolio. Tra gli altri listini della regione male anche il General a Lima e l'IPSA a Santiago del Cile che hanno perso rispettivamente il 3,3% e l'1,5%. Bene le altre borse. Il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,1%, l'IBVC a Caracas lo 0,7%, e l'IGBC a Bogotà lo 0,6%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS