Borse dell'Europa dell'Est ancora positive, nuovo record storico per Mosca

L'indice RTS ha guadagnato il 2%. Gli investitori hanno accolto molto positivamente la nomina di Dmitrij Medvedev come candidato del partito Russia Unita alle elezioni presidenziali del prossimo marzo

CONDIVIDI
Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso anche oggi in rialzo.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca il 2% e raggiunto un nuovo record storico a 2.330,45 punti. I volumi di scambio sono aumentati notevolmente rispetto a venerdì e sono stati molto alti. Gli investitori hanno accolto molto positivamente la nomina di Dmitrij Medvedev, Presidente di Gazprom (RU0007661625), come candidato del partito Russia Unita alle elezioni presidenziali del prossimo marzo. La decisione ha cancellato l'insicurezza che regnava sulla futura situazione politica in Russia e sulla successione di Vladimir Putin, che ha subito dichiarato di appoggiare la candidatura di Medvedev. Quest'ultimo viene considerato un politico più liberale degli altri potenziali candidati alla presidenza russa. I titoli delle imprese controllate dallo stato hanno registrato dei forti rialzi. Gazprom ha guadagnato il 2,7%, Rosneft (RU000A0J2Q06) il 2%, Sberbank (RU0009029540) il 2,6% e VTB Bank (RU000A0JP5V6) il 3,3%.

Il BUX a Budapest ha chiuso in rialzo dell'1,2% a 26.755,33 punti. OTP Bank (HU0000061726) ha continuato a riguadagnare terreno. Il titolo della prima banca ungherese ha registrato un aumento dell'1,7% a HUF 9.060. Bene anche Gedeon Richter (HU0000067624): +1,5% a HUF 39.800. Erste Bank ha confermato oggi il suo rating di "Buy" sul titolo della prima impresa farmaceutica dell'Europa centro-orientale ed alzato il target sul prezzo da 46.000 a 47.600.

Il PX a Praga ha guadagnato lo 0,7% a 1.855,80 punti. I bancari hanno continuato anche a Praga a riguadagnare terreno. Erste Bank (AT0000652011) ha chiuso in rialzo dello 0,1% e Komercni Banka (CZ0008019106) del 2,2%. Lieve rialzo e nuovo record storico per Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300): +0,4% a CZK 1.423.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,3% a 58.795,05 punti. Dopo le forti perdite di venerdì scorso Polish Oil & Gas (PLPGNIG00014) ha guadagnato oggi il 3,5%. Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) è stato invece oggetto di prese di beneficio ed ha perso lo 0,9%. Male anche KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017): -1,3% a KPN 116,50. La maggior parte dei bancari hanno registrato anche a Varsavia una performance positiva. PKO Bank Polski (PLPKO0000016) ha guadagnato l'1%, Bank BPH (PLBPH0000019) il 2%, BZW Bank (PLBZ00000044) il 2,5% e BRE Bank (PLBRE0000012) il 3,1%. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso lo 0,5%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption