Le borse di Città del Messico e San Paolo chiudono in calo sulla scia di Wall Street

L'IPC ha perso il 2,7%, il Bovespa l'1,4%.

Eccetto Bogotà tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi in ribasso. Sui listini del continente sudamericano hanno pesato le forti perdite di Wall Street. La Fed ha tagliato i suoi tassi d'interesse di 25 punti base. Una parte del mercato aveva sperato in un taglio più importante. Gli investitori temono che la riduzione del costo del denaro effettuata finora dalla Fed non possa bastare a far ripartire il motore dell'economia statunitense. L'IPC a Città del Messico ha chiuso in calo del 2,7% a 30.327,36 punti. Quasi tutti i titoli del listino messicano hanno registrato una performance negativa. América Móvil (MXP001691213) ha perso il 3,2%, Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) il 3,1% e Cemex (MXP225611567) il 3,7%. Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,4% a 64.512,26 punti. Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) ha perso il 3,9% e Companhia Vale do Rio Doce (BRVALEACNPA3) il 2,6%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha beneficiato dell'aumento del prezzo del petrolio ed ha guadagnato l'1,8% a BRL 94,49. Tra gli altri listini della regione l'IPSA a Santiago del Cile ha perso il 2,7%, il General a Lima lo 0,8% ed il Merval a Buenos Aires lo 0,7%. L'IBVC a Caracas ha chiuso invariato, l'IGBC a Bogotà ha guadagnato l'1,8%.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS