Borse dell'Europa dell'Est: Sale solo Mosca

Budapest, Praga e Varsavia hanno registrato delle moderate perdite, realizzi sui bancari.

CONDIVIDI
Tra le principali borse dell'Europa dell'Est solo Mosca ha potuto chiudere oggi in rialzo.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca lo 0,5% a 2.342,64 punti (nuovo massimo assoluto). I volumi di scambio sono scesi rispetto a ieri ma sono stati ancora chiaramente al di sopra della media. Dopo la solida performance delle scorse sedute su alcune blue chips russe sono scattate delle prese di beneficio. Gazprom (RU0007661625) ha perso lo 0,8% e Rosneft (RU000A0J2Q06) lo 0,2%. Ancora bene Sberbank (RU0009029540) e LUKoil (RU0009024277) che hanno guadagnato rispettivamente lo 0,7% e lo 0,8%. In spolvero EESR Rossii (RU0008959655): +3,7% a $1,335. Dopo la nomina di Dmitrij Medvedev come candito del partito Russia Unita alle elezioni presidenziali del prossimo marzo il mercato è ottimista sul processo di liberalizzazione del settore russo dell'energia.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dello 0,3% a 26.663 punti. Dopo i forti guadagni delle scorse sedute OTP Bank (HU0000061726) ha perso oggi l'1%. Ancora bene invece Gedeon Richter (HU0000067624): +0,5% a HUF 40.000. Ieri Erste Bank ha confermato il suo rating di "Buy" sul titolo della prima impresa farmaceutica dell'Europa centro-orientale ed alzato il target sul prezzo da 46.000 a 47.600.

Il PX a Praga ha perso lo 0,9% a 1.839,40 punti. Anche nella capitale ceca i bancari sono stati oggetto di prese di beneficio. Erste Bank (AT0000652011) ha chiuso in ribasso del 2,2% e Komercni Banka (CZ0008019106) dell'1,4%. Lieve rialzo per Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209): +0,4% a CZK 563,80. In un report settoriale Raiffeisen ha alzato oggi il suo rating sul titolo dell'ex-monopolista ceco delle telecomunicazioni a "Buy".

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,7% a 58.396,33 punti. Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) ha chiuso in calo del 2,3% a KPN 24,28. Raiffeisen ha tagliato il suo rating sul titolo da "Buy" a "Hold". La banca d'affari ha spiegato il downgrade con la recente solida performance di Telekomunikacja Polska e con i rischi legati alla regolamentazione del settore delle telecomunicazioni in Polonia. Il calo del prezzo del rame ha pesato su KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017): -1,4% a KPN 114,60. Bene il settore delle costruzioni. Cersanit (PLCRSNT00011) ha guadagnato l'1,4%, Polimex-Mostostal (PLMSTSD00019) il 3,8% e Polnord (PLPOLND00019) il 4,8%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption