Borse dell'Europa dell'Est: Mosca inizia il 2008 con un lieve rialzo

L'indice RTS ha guadagnato lo 0,3%, in luce Gazprom. Forti perdite per Budapest, Praga e Varsavia.

CONDIVIDI
Tra le principali borse dell'Europa dell'Est solo Mosca ha potuto chiudere oggi in rialzo. Sugli altri listini della regione hanno pesato le forti perdite registrate ieri da Wall Street.

Dopo essere stata chiusa dallo scorso 28 dicembre a causa delle festività di fine anno e del Natale ortodosso la Borsa di Mosca ha registrato oggi nella sua prima seduta del 2008 un lieve rialzo. L'indice RTS ha guadagnato lo 0,3% a 2.296,56 punti. I volumi di scambio sono stati nella media. Il mercato azionario russo ha beneficiato dell'aumento dei prezzi delle commodities. Il clima di grande incertezza sulle altre borse ha però limitato i guadagni. In luce Gazprom (RU0007661625): +2,8% a $14,48. All'inizio di questa settimana Gazprom ha annunciato di aver iniziato dei negoziati relativi allo sfruttamento di un importante giacimento di gas in Nigeria. Gazprom ha inoltre comunicato oggi di aver aumentato a dicembre i suoi rifornimenti di gas alla Turchia ed alla Grecia. Quasi tutti gli altri titoli di maggior peso hanno chiuso in calo. Norilsk Nickel (RU0007288411) ha perso lo 0,9%, Sberbank (RU0009029540) l'1,2%, Rosneft (RU000A0J2Q06) l'1,8%, LUKoil (RU0009024277) il 2,3% e EESR Rossii (RU0008959655) lo 0,8%. Surgutneftegas (RU0006936028) ha chiuso stabile a $1,24.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dell'1,6% a 25.699,11 punti. Dopo l'ottima performance delle scorse sedute OTP Bank (HU0000061726) ha perso oggi il 2%. Male anche MOL (HU0000068952) e Magyar Telekom (HU0000016522). Il titolo dell'azienda petrolchimica ha perso l'1,6%, quello dell'ex-monopolista delle telecomunicazioni l'1,8%.

Il PX a Praga ha perso il 2,7% a 1.688,90 punti. Tutti i titoli del listino ceco hanno registrato una seduta negativa. Le vendite hanno colpito in particolar modo i settori bancario ed immobiliare. Erste Bank (AT0000652011) ha perso il 3,7%, Komercni Banka (CZ0008019106) il 3,8%, Orco (LU0122624777) il 4,4% e ECM (LU0259919230) il 7,4%. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha chiuso in calo del 2,7% a CZK 1.321%.

Il WIG a Varsavia ha chiuso in ribasso del 2,7% a 52.419,12 punti. Nessuno dei venti titoli di maggior peso ha potuto chiudere in rialzo. Solo Bioton (PLBIOTN00029) e Cersanit (PLCRSNT00011) hanno resistito alle vendite chiudendo invariati. KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha perso il 2,3%, Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) l'1,3%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) l'1,5% e PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 2% e PKN Orlen (PLPKN0000018) lo 0,1%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption