La Borsa di Mosca chiude per la quarta seduta di fila in rialzo, brilla Gazprom

Il titolo del colosso del gas ha raggiunto un nuovo record storico. Perdite per le borse di Budapest, Praga e Varsavia.

CONDIVIDI
Tra le principali borse dell'Europa dell'Est solo Mosca ha potuto chiudere oggi in rialzo.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca l'1,1% a 2.339,79 punti. I volumi di scambio sono aumentati notevolmente rispetto a venerdì e sono stati al di sopra della media. Il mercato azionario russo ha beneficiato anche oggi dell'ottima performance di Gazprom (RU0007661625). Il titolo del colosso del gas ha guadagnato il 2,6% e raggiunto un nuovo record storico a $14,98. In gran spolvero Polyus Gold (RU000A0JNAA8): +4,3% a $51,50. Il titolo della prima impresa aurifera russa è stato spinto dal nuovo aumento del prezzo dell'oro. Male controtendenza LUKoil (RU0009024277): -1,3% a $82,70. Il colosso del petrolio ha comunicato un outlook sulla sua produzione di idrocarburi che non ha potuto soddisfare del tutto le attese del mercato.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dello 0,2% a 24.884,72 punti. Ancora male MOL (HU0000068952): -0,8% a HUF 22.210. Dopo le perdite delle scorse sedute OTP Bank (HU0000061726) ha guadagnato invece lo 0,2%. Bene anche Magyar Telekom (HU0000016522): +0,6% a HUF 910. L'ex-monopolista ungherese delle telecomunicazioni ha perso l'asta per il controllo di Telekom Slovenije (SI0031104290). Secondo quanto ha comunicato oggi il Governo sloveno l'offerta presentata da Magyar Telekom sarebbe stata superata da altri due offerenti.

Il PX a Praga ha perso lo 0,4% a 1.651,50 punti. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha registrato anche oggi una seduta negativa: -2,5% a CZK 1.233. Molti top-manager del gigante delle utilities stanno vendendo le azioni acquisite grazie al programma di stock-options della loro società. Erste Bank (AT0000652011) ha continuato a riguadagnare terreno. Il titolo della grande banca austriaca, che dispone di importanti assets nella Repubblica Ceca, ha chiuso in rialzo del 2,2% a CZK 1.124.

Il WIG a Varsavia ha perso l'1,5% a 49.644,93 punti. Sul listino polacco hanno pesato soprattutto le forti perdite di PKN Orlen (PLPKN0000018): - 3,8% a KPN 48,63. UBS ha tagliato oggi il suo rating sul titolo della prima impresa petrolchimica polacca da "Neutral" a "Sell". UBS è pessimista sulle prospettive di PKN Orlen a causa della bassa trasparenza sul suo futuro management. Seduta negativa anche per Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017): -1,6% a KPN 22,30. Secondo delle voci di stampa Telekomunikacja Polska avrebbe l'intenzione di effettuare degli importanti investimenti in una nuova rete in fibra ottica. Dopo le forti perdite delle scorse settimane il settore delle costruzioni ha registrato una ripresa. Cersanit (PLCRSNT00011) ha guadagnato lo 0,4%, Polimex-Mostostal (PLMSTSD00019) l'1,5% e Polnord (PLPOLND00019) il 4,2%
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro