Le borse dell'America Latina vanno a picco sulla scia di Wall Street

San Paolo ha perso il 3,7%, Città del Messico il 2,2%, Buenos Aires il 3% e Lima il 4,4%.

Eccetto Caracas tutte le borse dell'America Latina hanno registrato oggi delle forti perdite. Sui listini del continente sudamericano hanno pesato le notizie negative arrivate da Wall Street. Il calo delle vendite al dettaglio a dicembre ha aumentato le probabilità di una recessione negli USA, il principale partner commerciale del Messico e del Brasile. Le mega-perdite registrate da Citigroup (US1729671016) nel quarto trimestre hanno inoltre chiaramente mostrato che il peggio della crisi dei mutui subprime non è ancora passato. Il Bovespa a San Paolo ha chiuso in ribasso del 3,7% a 59.907,06 punti. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) e Vale (BRVALEACNPA3), i due titoli di maggior peso del listino brasiliano hanno perso rispettivamente il 4,4% ed il 3,2%. L'IPC a Città del Messico ha chiuso in calo del 2,3% a 27.961,85 punti. América Móvil (MXP001691213) ha perso il 2,8%, Cemex (MXP225611567) il 4,1% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) il 2,2%. Tra gli altri listini della regione il Merval a Buenos Aires ha perso il 3%, General a Lima il 4,4%, l'IGBC a Bogotà il 2,3% e l'IPSA a Santiago del Cile il 2,6%. L'IBVC a Caracas ha perso meno dello 0,1% a 37.616,45 punti.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS