Borse dell'Europa dell'Est: Vola Budapest, scende ancora Mosca

Il BUX ha guadagnato il 3,7%. Seduta positiva anche per Varsavia, Praga ha chiuso stabile.

CONDIVIDI
Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate. Mosca ha continuato a perdere terreno, Budapest e Varsavia hanno registrato dei rialzi, Praga è rimasta invariata.

L'indice RTS ha perso a Mosca lo 0,7% a 2.159,10 punti. I volumi di scambio sono scesi rispetto a ieri ma sono rimasti a degli alti livelli. Anche oggi quasi tutte le blue chips russe hanno chiuso in ribasso. LUKoil (RU0009024277) ha perso l'1,9%,. Rosneft (RU000A0J2Q06) l'1,2%, EESR Rossii (RU0008959655) l'1,7% e Sberbank (RU0009029540) il 2,2%. Dopo le forti perdite delle scorse sedute Gazprom (RU0007661625) e Norilsk Nickel (RU0007288411) hanno registrato una ripresa ed hanno guadagnato rispettivamente lo 0,4% e lo 0,5%. In spolvero Polyus Gold (RU000A0JNAA8): +5,5% a $52,86. Secondo delle voci che sono circolate oggi a Mosca ci potrebbero essere degli importanti cambiamenti nell'azionariato del primo produttore russo di oro.

Il BUX a Budapest ha guadagnato il 3,7% a 24.109,08 punti. Il balzo di oggi è stato dovuto al fatto che il mercato azionario ungherese era ipervenduto. MOL (HU0000068952) ha chiuso in rialzo del 6,6% a HUF 21.860. Cashline ha alzato oggi il suo rating sul titolo della principale impresa petrolchimica ungherese da "Hold" a "Buy". MOL ha inoltre annunciato di aver stretto un accordo di collaborazione con l'indiana ONGC (INE213A01011). Tra gli altri titoli di maggior peso del listino ungherese OTP Bank (HU0000061726) ha guadagnato il 3,6%, Gedeon Richter (HU0000067624) l'1,3% e Magyar Telekom (HU0000016522) l'1,7%.

Il PX a Praga ha chiuso stabile a 1.561,70 punti. In spolvero Philip Morris (CZ0008418869): +4,4% a CZK 7.125. Patria/KBC ha alzato oggi il suo rating sull'impresa produttrice di sigarette da "Hold" a "Buy". Bene anche Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300): +1,2% a CZK 1.232. Merrill Lynch ha confermato il suo rating di "Buy" sul titolo del gigante ceco delle utilities ed alzato il target sul prezzo da CZK 1.415 a CZK 1.491. Ancora male invece Komercni Banka (CZ0008019106): -2,1% a CZK 3.570. Unipetrol (CZ0009091500) ha chiuso in caldo del 2,3% a CZK 283,60. Il CEO dell'impresa petrolchimica ceca ha dichiarato oggi che il quarto trimestre sarebbe stato particolarmente negativo.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato l'1,3% a 47.128,67 punti. Sedici dei venti titoli di maggior peso del listino polacco hanno chiuso in rialzo. Anche oggi gli operatori hanno parlato di alcuni importanti ordini d'acquisto da parte di fondi stranieri. Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) ha guadagnato il 2,1% a KPN 21,03. UniCredit ha alzato oggi il suo rating sul titolo dell'ex-monopolista polacco delle telecomunicazioni da "Hold" a "Buy". Tra le altre blue chips PKN Orlen (PLPKN0000018) ha guadagnato lo 0,9%, KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) lo 0,8%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) l'1,5% e PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 2,5%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption