Borse dell'Europa dell'Est: Sale solo Varsavia

Mosca e Praga hanno chiuso in forte ribasso, perdite più moderate per Budapest.

CONDIVIDI
Tra le principali borse dell'Europa dell'Est solo Varsavia ha potuto chiudere oggi in rialzo.

L'indice RTS ha perso a Mosca il 3,9% a 1.890,88 punti. I volumi di scambio sono scesi rispetto a ieri ma sono rimasti a degli alti livelli. Sul mercato azionario russo hanno pesato oggi i timori legati ad una possibile recessione negli USA e l'ulteriore calo del prezzo del petrolio. Tra i petroliferi LUKoil (RU0009024277) ha perso il 2,9%, Rosneft (RU000A0J2Q06) il 5,9% e Surgutneftegas (RU0006936028) il 3,7%. Bene controtendenza Gazprom (RU0007661625): +0,9% a $11,90. Deutsche Bank ha osservato ieri che il colosso del gas è poco esposto ad un rallentamento dell'economia. Agli attuali livelli Gazprom presenterebbe una moderata valutazione. Tra le altre blue chips russe Norilsk Nickel (RU0007288411) ha chiuso in calo del 3,8%, Sberbank (RU0009029540) dell'1,1% e EESR Rossii (RU0008959655) del 5%.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dell'1,6% a 23.080,65 punti. MOL (HU0000068952) è stato anche oggi spinto dalla ripresa del suo programma di buy-back ed ha guadagnato l'1,1% a HUF 22.250. Gli altri titoli di maggior peso del listino ungherese hanno chiusi tutti in calo. OTP Bank (HU0000061726) ha perso il 2,6%, Gedeon Richter (HU0000067624) il 2,9% e Magyar Telekom (HU0000016522) il 3,1%.

Il PX a Praga ha perso il 4% a 1.405,10 punti. Era dal settembre del 2006 che il listino ceco non scendeva a tali livelli. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha perso il 5,8% a CZK 1.073. Sul titolo hanno pesato come su tutto il settore delle utilities i nuovi piani della Commissione Europeo volti a ridurre le emissioni di CO2. Seduta da dimenticare anche per Komercni Banka (CZ0008019106) e Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) che hanno perso rispettivamente il 6,8% ed il 5,2%. Tra i titoli dell'indice ceco solo Philipp Morris (CS0008418869) ha potuto chiudere in rialzo: +0,4% a CZK 6.825.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,6% a 45.362,07 punti. Le blue chips polacche hanno chiuso contrastate. Dopo la solida performance di ieri Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) ha perso l'1,9%. Seduta negativa anche per KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017): -1,3% a KPN 86. Bank Pekao (PLPEKAO00016) e PKN Orlen (PLPKN0000018) hanno guadagnato rispettivamente il 3,2% ed il 2,2%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) ha chiuso invariato. Prokom Software (PLPROKM00013) ha guadagnato il 5,7%. Le autorità antitrust hanno autorizzato la fusione tra la principale impresa IT polacca e la rivale Asseco Poland (PLSOFTB00016).
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro