Borse dell'Europa dell'Est positive, esplode Praga

Il PX ha guadagnato nella capitale ceca l'8,4%.

CONDIVIDI
Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in forte rialzo. I listini dell'Europa orientale hanno beneficiato del miglioramento del clima a Wall Street e sulle altre borse internazionali.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca il 5,2% a 1.988,23 punti. I volumi di scambio sono ancora calati ma sono rimasti a degli alti livelli. In gran spolvero LUKoil (RU0009024277): +9,9% a $70,80. Goldman Sachs ha alzato oggi il suo rating sul titolo del colosso del petrolio da "Neutral" a "Buy". Secondo la banca d'affari le recenti perdite di LUKoil sarebbero state ingiustificate. I fondamentali di LUKoil continuerebbero ad essere robusti, agli attuali livelli il suo titolo rappresenterebbe un'occasione d'acquisto. ConocoPhillips (US20825C1045), il principale azionista di LUKoil, ha comunicato inoltre delle stime sugli utili per il quarto trimestre al di sopra delle previsioni date dalla stessa impresa russa. Anche tutte le altre blue chips russe hanno registrato dei forti rialzi. Rosneft (RU000A0J2Q06) ha guadagnato il 5,6%, Gazprom (RU0007661625) il 5%, Norilsk Nickel (RU0007288411) il 5,4%, Sberbank (RU0009029540) il 7,9% e EESR Rossii (RU0008959655) il 5,1%.

Il BUX a Budapest ha chiuso in rialzo del 3,4% a 23.857,26 punti. Magyar Telekom (HU0000016522) ha guadagnato il 3,3% a HUF 826. Cashline Securities ha alzato oggi il suo rating sul titolo dell'ex-monopolista ungherese delle telecomunicazioni da "Hold" a "Buy". Secondo la casa d'investimento Magyar Telekom potrebbe alzare il suo dividendo da HUF 70 a HUF 75 per azione. Bene anche gli altri titoli di maggior peso. MOL (HU0000068952) ha guadagnato l'1,6%, OTP Bank (HU0000061726) il 6,7% e Gedeon Richter (HU0000067624) l'1,1%.

Il PX a Praga ha guadagnato l'8,4% a 1.523,40 punti. Si è trattato della migliore seduta nella storia del listino ceco. La Borsa di Praga era stata massacrata dalle vendite durante le scorse settimane. Il miglioramento del clima sui mercati internazionali ha causato un clamoroso short squeeze. Tutti i titoli dell'indice ceco hanno chiuso in rialzo. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha guadagnato l'11,5%, Komercni Banka (CZ0008019106) il 9,3%, Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) il 10,2% e Erste Bank (AT0000652011) il 7%.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato il 4,2% a 47.258,73 punti. Eccetto PKN Orlen (PLPKN0000018) tutti i venti titoli principali del listino polacco hanno chiuso in rialzo. L'impresa petrolchimica polacca ha espresso prudenza sull'andamento dei suoi margini durante il quarto trimestre, il suo titolo ha chiuso in calo dello 0,2%. La lista dei rialzi è stata guidata da Bioton (PLBIOTN00029): +8,7% a KPN 1,00. Secondo il suo CEO Adam Wilczega l'impresa biofarmaceutica polacca avrebbe registrato lo scorso anno una robusta crescita dei suoi ricavi ed avrebbe l'intenzione di quotarsi al Nasdaq nel 2010. Tra i titoli di maggior peso Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) ha guadagnato il 3,4%, KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) il 3,5%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) il 3,8% e PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 5,7%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro