Borse dell'Europa dell'Est: Lieve rialzo per Mosca, male Budapest

L'indice RTS ha guadagnato lo 0,2%, il BUX ha perso il 2,4%. Lieve rialzo anche per Varsavia, moderate perdite per Praga.

CONDIVIDI
Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca lo 0,2% a 2.053,93 punti. I volumi di scambio sono aumentati rispetto a venerdì e sono stati al di sopra della media. Dopo le perdite delle scorse sedute EESR Rossii (RU0008959655) ha guadagnato il 2,9%. In luce Surgutneftegas (RU0006936028): +5,7% a $1,00. L'impresa petrolifera ha annunciato un aumento del suo dividendo da RUB 0,53 a RUB 0,60 per azione. Gazprom (RU0007661625) ha perso lo 0,9% a $12,68. Il colosso del gas ha comunicato di aver l'intenzione di aumentare nel 2009 i suoi investimenti di un ulteriore 40% allo scopo di sostenere la sua produzione. Seduta negativa anche per Norilsk Nickel (RU0007288411): -0,4% a $283,50. RusAL ha annunciato che concluderà l'aquisizione del 25% più un titolo del colosso minerario un mese più tardi del previsto.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso del 2,4% a 21.710,52 punti. Sul sentiment degli investitori a Budapest ha pesato la crisi politica in Ungheria. Il Premier ungherese, il socialista, Ferenc Gyurcsany ha licenziato il Mininistro della Sanità Agnes Horvath che appartiene all'Alleanza dei Liberi Democratici, l'altro partito dell'attuale coalizione di Governo. Le vendite hanno colpito in particolar modo OTP Bank (HU0000061726): -6,6% a HUF 6.750. Il titolo è stato penalizzato anche dalla decisione della Banca centrale ungherese di alzare i tassi d'interesse di 50 punti base. Ancora bene Egis (HU0000053947): +2,4% a HUF 17.850. Venerdì scorso J.P. Morgan ha espresso ottimismo sulle prospettive dell'impresa farmaceutica ed alzato il suo target sul prezzo per il titolo da HUF 22.700 a HUF 24.750.

Il PX a Praga ha perso lo 0,7% a 1.551,90 punti. Dopo il rally delle scorse sedute su Erste Bank (AT0000652011) sono scattate oggi delle prese di beneficio. Il titolo della grande banca austriaca ha chiuso in calo dello 0,8% a CZK 1.053. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha perso lo 0,7% a CZK 1.220. Raiffeisen ha confermato oggi il suo rating di "Hold" sul titolo del gigante ceco delle utilities ma tagliato il target sul prezzo a CZK 1.330. Ancora bene Philip Morris (CZ0008418869): +1,5% a CZK 7.178. Il produttore di sigarette ha presentato venerdì dei dati di bilancio al di sopra delle attese del mercato, il suo dividendo potrebbe aumentare ora a CZK 883 per azione.

Il WIG a Varsavia ha chiuso in rialzo dello 0,2% a 48.011,28 punti. Sugli scudi Globe Trade Centre (PLGTC0000037): +3,1% a KPN 37,47. UniCredit ha avviato oggi la copertura sul titolo della principale impresa immobiliare polacca con "Buy". Bene anche Polnord (PLPOLND00019): +2,6% a KPN 116. Il CEO dell'impresa impegnata nel settore delle costruzioni ha dichiarato oggi che l'utile netto prima delle tasse potrebbe raggiungere quest'anno a KPN 200 - 280 milioni. Il ritracciamento dei prezzi dei principali metalli ha fatto scattare delle prese di beneficio su KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017). Il titolo del primo produttore europeo di rame ha chiuso in calo dell'1,5% a KPN 112,40.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro