Borse dell'Europa dell'Est: Scende solo Budapest, brilla Mosca

L'indice RTS ha guadagnato nella capitale russa più del 2%, ancora in luce i petroliferi.

CONDIVIDI
Eccetto Budapest tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in rialzo.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca il 2,2% a 2.160,76 punti. I volumi di scambio sono aumentati notevolmente rispetto a ieri e sono stati nella media. Il mercato azionario russo è stato spinto dal rally dei prezzi delle commodities. Tra i petroliferi LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato il 4,7%, Rosneft (RU000A0J2Q06) l'1,3% e Surgutneftegas (RU0006936028) l'1,7%. Il prezzo del petrolio ha raggiunto anche oggi a New York un nuovo record storico. Tra i minerari Polyus Gold (RU000A0JNAA8) ha chiuso in rialzo del 2,8% e Norilsk Nickel (RU0007288411) del 3,3%. Il prezzo dell'oro ha guadagnato oggi al NYMEX quasi il 2%, quello del rame circa il 4%. Tra le altre blue chips russe Sberbank (RU0009029540) ha guadagnato il 2,7%, Gazprom (RU0007661625) l'1,9% e EESR Rossii (RU0008959655) lo 0,7%.

Il BUX a Budapest ha chiuso in ribasso dello 0,6% a 21.888,17 punti. Sul BUX hanno pesato delle voci di mercato secondo cui Standard & Poor's potrebbe tagliare il rating sul debito dell'Ungheria. Eccetto OTP Bank (HU0000061726), che ha guadagnato lo 0,4%, tutte le blue chips ungheresi hanno chiuso in calo. Magyar Telekom (HU0000016522) ha perso l'1,2%, MOL (HU0000068952) lo 0,9% e Gedeon Richter (HU0000067624) l'1,4%.

Il PX a Praga ha guadagnato lo 0,7% a 1.537,70 punti. I bancari hanno continuato a riguadagnare terreno. Erste Bank (AT0000652011) ha chiuso in rialzo del 3,1% e Komercni Banka (CZ0008019106) dello 0,8%. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha perso controtendenza l'1,5%. Il gigante ceco delle utilities ha comunicato oggi che le trattative per la costruzione della centrale nucleare di Cernavoda in Romania si trovano in una fase di stallo.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,3% a 47.125,13 punti. L'aumento dei prezzi dei principali metalli ha spinto KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017). Il titolo del secondo produttore al mondo di argento ha chiuso in rialzo del 3,7% a KPN 104,70. Bene anche i bancari. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha guadagnato l'1,5% e PKO Bank Polski (PLPKO0000016) l'1,3%. Ancora male Polish Oil & Gas (PLPGNIG00014): -1,4% a KPN 4,25. Le autorità di regolamentazione hanno approvato la scorsa settimana un aumento dei prezzi del gas in Polonia meno consistente di quanto atteso dagli investitori. Su Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) sono scattate delle prese di beneficio. Il titolo dell'ex-monopolista delle telecomunicazioni ha chiuso in calo dello 0,7%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro