Le borse dell'Europa dell'Est frenano, Mosca scende dell'1,1%

Sul mercato azionario russo ha pesato il calo dei prezzi delle commodities. A Varsavia bene controtendenza Telekomunikacja Polska.

CONDIVIDI
Dopo due sedute positive di fila tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS ha perso a Mosca l'1,1% a 2.126,57 punti. I volumi di scambio sono stati anche oggi molto bassi. Sul mercato azionario russo ha pesato il calo dei prezzi delle commodities. Tra i petroliferi LUKoil (RU0009024277) ha perso l'1,5%, Rosneft (RU000A0J2Q06) il 2% e Surgutneftegas (RU0006936028) il 2,5%. Il prezzo del prezzo del petrolio ha ritracciato sensibilmente dai livelli di ieri. Nel settore minerario Polyus Gold (RU000A0JNAA8) ha chiuso in calo dello 0,8% e Norilsk Nickel (RU0007288411) del 2,2%. Bene controtendenza Sberbank (RU0009029540): +0,9% a $3,24. La prima banca russa ha annunciato per il 2007 dei dati di bilancio al di sopra delle attese degli analisti.

Il BUX a Budapest ha chiuso in calo dell'1,8% a 22.328,90 punti. In vista della decisione della Fed sui tassi d'interesse e della lunga pausa dovuta alla Festa del 1 Maggio molti investitori hanno realizzato oggi i loro benefici. Tutte le blue chips ungheresi hanno registrato una performance negativa. OTP Bank (HU0000061726) ha perso il 2,6%, MOL (HU0000068952) l'1,6%, Gedeon Richter (HU0000067624) l'1,2% e Magyar Telekom (HU0000016522) lo 0,8%.

Il PX a Praga ha perso lo 0,6% a 1.582,70 punti. Dopo il rally di ieri Erste Bank (AT0000652011) ha perso oggi lo 0,9%. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha chiuso in calo dello 0,6%. Secondo la stampa ceca il gigante delle utilities potrebbe terminare questa settimana il suo programma di buy-back iniziato lo scorso anno. Komercni Banka (CZ0008019106) ha guadagnato lo 0,1%. L'assemblea degli azionisti della banca ceca ha approvato oggi un aumento del dividendo da CZK 150 a CZK 180.

Il WIG a Varsavia ha perso l'1,3% a 46.223,87 punti. Quasi tutte le blue chips polacche hanno chiuso in ribasso. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso il 3,3%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 2,1%, KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) il 2,1% e PKN Orlen (PLPKN0000018) il 3%. Bene controtendenza Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017): +0,8% a KPN 22. L'ex-monopolista delle telecomunicazioni ha annunciato oggi di aver aumentato nel primo trimestre il suo utile netto del 31,6% a KPN 681 milioni. Gli analisti avevano atteso in media solo KPN 562 milioni.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption