Borse dell'America Latina: San Paolo torna a salire, bene anche Città del Messico

Il Bovespa ha guadagnato il 2,1% e raggiunto un nuovo massimo assoluto. La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso oggi in rialzo.

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso oggi in rialzo.
Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato il 2,1% e raggiunto un nuovo massimo assoluto a 71.492,30 punti. Sugli scudi il settore della distribuzione.

Lojas Americanas (BRLAMEACNPR6) ha chiuso in rialzo del 4,1% e Lojas Renner (BRLRENACNOR1) del 4,9%. Le vendite al dettaglio sono aumentate in Brasile nel primo trimestre di quest'anno del 12%. Molto bene anche i bancari.

Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha guadagnato il 2%, Itau (BRITAUACNPR3) il 2,3%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) l'1% e Unibanco (BRUBBRCDAM14) il 2,1%. Banco do Brasil, la prima banca brasiliana, ha annunciato ieri che nel primo trimestre di quest'anno il suo utile netto è aumentato del 67%. Vale (BRVALEACNPA3) ha beneficiato dell'aumento dei prezzi dei principali metalli ed ha guadagnato il 2,9%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in rialzo dell'1,8% nonostante il prezzo del petrolio abbia registrato oggi a New York un calo.

L'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,7% a 31.542,97 punti. In luce Grupo Mexico (MXP370841019): +3,1% a MXN 79,20. Il prezzo del rame ha guadagnato oggi al NYMEX quasi il 2%. Tra le altre blue chips messicane Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) e Cemex (MXP225611567) hanno guadagnato rispettivamente lo 0,6% e l'1,6%, América Móvil (MXP001691213) ha perso l'1,1%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato l'1,6% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,3%. L'IGBC a Bogotà e l'IBVC a Caracas hanno perso entrambi lo 0,4%, la Borsa di Lima è rimasta oggi ferma a causa di una festa pubblica in Perù.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS