Borse dell'Europa dell'Est negative, Mosca perde più del 3%

Sulla piazza finanziaria russa le vendite hanno affondato i petroliferi, su tutti i listini male i bancari.

CONDIVIDI
Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS a Mosca ha perso il 3,1% a 2.353,49 punti. I volumi di scambio sono aumentati notevolmente rispetto a ieri e sono stati alti. Seduta da dimenticare per i petroliferi. LUKoil (RU0009024277) ha perso il 6,3%, Rosneft (RU000A0J2Q06) il 4,6% e Surgutneftegas (RU0006936028) il 5,2%. Il prezzo del petrolio ha continuato oggi a ritracciare, LUKoil ha inoltre pubblicato dei dati di bilancio al di sotto delle attese della comunità finanziaria. Il colosso russo del petrolio ha potuto più che raddoppiare i suoi utili nel primo trimestre a $3,16 miliardi. Gli analisti interpellati dall'agenzia stampa Dow Jones avevano atteso però in media $3,22 miliardi, quelli intervistati da Bloomberg $3,35 miliardi. Tra le altre blue chips russe Gazprom (RU0007661625) ha chiuso in calo del 3%, Norilsk Nickel (RU0007288411) del 3,5% e Sberbank (RU0009029540) dello 0,6%.

Il BUX a Budapest ha perso l'1,1% a 22.219,90 punti. OTP Bank (HU0000061726) è tornato oggi a soffrire insieme all'intero settore bancario europeo ed ha chiuso in calo del 2,3%. Magyar Telekom (HU0000016522) e MOL (HU0000068952) hanno perso rispettivamente lo 0,6% e lo 0,9%. Gedeon Richter (HU0000067624) ha beneficiato del suo carattere difensivo ed ha guadagnato lo 0,2%.

Il PX a Praga ha chiuso il calo dell'1,3% a 1.648,20 punti. Dopo la solida performance di ieri NWR (NL0006282204) ha perso oggi il 5,7%. Sul titolo dell'impresa mineraria ha pesato il calo del prezzo del carbone. Zentiva (NL0000405173) ha potuto limitare le perdite ed ha chiuso in calo dello 0,2%. La Banca centrale ceca ha dato oggi il suo nulla osta all'offerta della società di private equity PPF Group per l'impresa farmaceutica. Tra i titoli di maggior peso del listino ceco Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha perso lo 0,7%, Erste Bank (AT0000652011) il 3% e Komercni Banka (CZ0008019106) lo 0,5%.

Il WIG a Varsavia ha perso l'1,7% a 45.908,71 punti. Diciotto dei venti titoli di maggior peso del listino polacco hanno chiuso in ribasso. Anche a Varsavia hanno sofferto in particolar modo i bancari. BRE Bank (PLBRE0000012) ha perso il 2,4%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) l'1,7% e PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 4,4%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption