Borse dell'Europa dell'Est: Rimbalzano Budapest e Praga, scende ancora Varsavia

Il BUX ha guadagnato l'1,3% ed il PX l'1,6%. La Borsa di Mosca ha chiuso in leggero rialzo.

CONDIVIDI
Eccetto Varsavia tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in rialzo.

L'indice RTS a Mosca ha guadagnato lo 0,1% a 2.189,06 punti. I volumi di scambio sono stati anche oggi bassi. Gli operatori hanno indicato che la situazione sui mercati continua ad essere molto incerta. Il calo del prezzo del petrolio ha scoraggiato inoltre oggi molti investitori a tornare a puntare sul mercato azionario russo. Dopo le forti perdite delle scorse sedute Severstal (RU0009046510) ha registrato una ripresa. Il titolo del primo produttore russo d'acciaio ha chiuso in rialzo dello 0,9%. Le blue chips russe hanno chiuso contrastate Rosneft (RU000A0J2Q06) ha guadagnato lo 0,5%, Norilsk Nickel (RU0007288411) l'1% e Sberbank (RU0009029540) lo 0,8%. LUKoil (RU0009024277) e Gazprom (RU0007661625) hanno perso rispettivamente lo 0,5% e l'1%.

Il BUX a Budapest ha guadagnato l'1,3% a 20.125,13 punti. OTP Bank (HU0000061726) ha chiuso in rialzo del 2,4% e Magyar Telekom (HU0000016522) dell'1,8%. MOL (HU0000068952) ha perso invece il 3,4%. Il titolo dell'impresa petrolchimica ungherese quota da oggi ex-dividendo. Gedeon Richter (HU0000067624) è stato sospeso oggi dalle contrattazioni. L'impresa farmaceutica ha annunciato che l'acquisizione di Polpharma probabilmente fallirà a causa delle richieste di un importante azionista della rivale polacca.

Il PX a Praga ha chiuso in rialzo dell'1,6% a 1.442,10 punti. In gran spolvero Komercni Banka (CZ0008019106): +7,3% a CZK 3.595. Gli operatori hanno parlato di alcuni importanti ordini d'acquisto dall'estero. Anche gli altri titoli di maggior peso del listino ceco hanno registrato una seduta positiva. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha guadagnato l'1,2%, Teléfónica O2 C.R. (CZ0009093209) l'1,2% e Erste Bank (AT0000652011) lo 0,4%.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,3% a 39.471,60 punti. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha chiuso in calo del 2,8% a KPN 157. Citigroup ha tagliato il suo target sul prezzo per il titolo della prima banca polacca del 20% a KPN 173. Male Agora (PLAGORA00067): -3,5% a KPN 29,91. Il sindaco di Varsavia vuole proibire i cartelli pubblicitari nel centro della capitale polacca. Una tale misura peserebbe sicuramente sugli affari dell'impresa dei media. Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) ha continuato a ritracciare ed ha perso lo 0,8%. Bene le imprese petrolchimiche. PKN Orlen (PLPKN0000018) ha guadagnato il 2,5% e Grupa Lotos (PLLOTOS00025) lo 0,6%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro