Le borse dell'Europa dell'Est chiudono contrastate, Mosca perde l'1%

Seduta negativa anche per Praga, Budapest e Varsavia hanno registrato dei lievi rialzi.

CONDIVIDI
Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate.

L'indice RTS a Mosca ha perso l'1% a 2.123,66 punti. I volumi di scambio sono scesi oggi ulteriormente e sono stati molto bassi. Sul mercato azionario russo ha pesato la debole apertura di Wall Street. Eccetto Rosneft (RU000A0J2Q06), che ha guadagnato l'1,3%, tutte le blue chips russe hanno chiuso in calo. LUKoil (RU0009024277) ha perso lo 0,3%, Norilsk Nickel (RU0007288411) il 3,5%, Gazprom (RU0007661625) lo 0,6% e Sberbank (RU0009029540) il 3%. Dopo il balzo di ieri le azioni privilegiate di Transneft (RU0009091573) hanno guadagnato oggi un ulteriore 2,3%. Il mercato punta su un miglioramento della corporate governance del gigante degli oleodotti dopo che il numero dei membri indipendenti nel suo board è salito a cinque.

Il BUX a Budapest ha guadagnato lo 0,1% a 21.142,16 punti. Dopo il rally delle scorse sedute OTP Bank (HU0000061726) ha perso oggi lo 0,3%. Le altre blue chips ungheresi hanno registrato dei moderati rialzi. MOL (HU0000068952) ha guadagnato lo 0,7%, Magyar Telekom (HU0000016522) lo 0,1% e Gedeon Richter (HU0000067624) lo 0,2%.

Il PX a Praga ha chiuso in ribasso dell'1% a 1.436,40 punti. Zentiva (NL0000405173) ha perso il 4,4%. La società di private equity PPF Group ha ritirato la sua offerta per l'impresa farmaceutica ceca. Una battaglia per il controllo di Zentiva è diventata ora meno probabile. Appena venerdì scorso Zentiva aveva rifiutato l'offerta di CZK 1.050 per azione fatta lo scorso mese da Sanofi-Aventis (FR0000120578). I bancari hanno ritracciato insieme all'intero settore bancario europeo. Erste Bank (AT0000652011) ha perso il 4,8% e Komercni Banka (CZ0008019106) il 2,2%. NWR (NL0006282204) ha continuato a riguadagnare terreno. Il titolo del produttore ceco di carbone ha chiuso in rialzo dell'1,4%. Dopo la debole performance delle scorse sedute Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300), il titolo di maggior peso del PX, ha guadagnato l'1,6%.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,1% a 39.799,45 punti. Il listino polacco ha beneficiato del rally del settore dei media. Agora (PLAGORA00067) ha guadagnato il 4,5% e TVN (PLTVN0000017) il 4,8%. Secondo ING l'attuale valutazione dei due titoli sarebbe attrattiva. La maggior parte dei bancari ha chiuso in ribasso. PKO Bank Polski (PLPKO0000016) ha perso l'1,3%, BRE Bank (PLBRE0000012) l'1,5% e BZW Bank (PLBZ00000044) il 3,6%. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha guadagnato l'1,9%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption