Le Borse Europa dell'Est chiudono contrastate

Dopo le forti perdite delle scorse sedute l'indice RTS ha guadagnato a Mosca lo 0,1%.

CONDIVIDI
Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate.

Dopo le forti perdite delle scorse sedute l'indice RTS a Mosca ha guadagnato lo 0,1% a 1 814,60 punti. La seduta è stata estremamente volatile. Verso mezzogiorno l'indice RTS è salito fino a 1.843 punti per scendere in seguito fino a 1.764 punti. I volumi di scambio sono stati anche oggi nella media. I petroliferi hanno potuto registrare una ripresa. Prima della fine delle contrattazioni a Mosca, il prezzo del petrolio si trovava ancora in rialzo. LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato il 2,6%, Rosneft (RU000A0J2Q06) l'1,5% e Surgutneftegas (RU0006936028) lo 0,5%. Nel settore minerario Norilsk Nickel (RU0007288411) e Polyus Gold (RU000A0JNAA8) hanno perso rispettivamente il 3,2% ed il 10%. Alcuni analisti hanno espresso oggi scetticismo sullo scambio di partecipazioni annunciato ieri da Onexim, la società d'investimento del miliardario Mikhail Prokhorov (per ulteriori dettagli sull'operazione vedi l'articolo di ieri). Sui due titoli ha pesato inoltre il forte calo dei prezzi dei principali metalli di ieri a New York. Tra le altre blue chips russe Gazprom (RU0007661625) ha perso lo 0,5%, Sberbank (RU0009029540) ha guadagnato l'1,5%.

Il BUX a Budapest ha perso l'1,1% a 21.505,99 punti. Sul listino ungherese hanno pesato le forti perdite di MOL (HU0000068952): -6,3% a HUF 18.175. OMV (AT0000743059) ha annunciato oggi di aver deciso di ritirare la sua offerta ostile per MOL. OMV ha spiegato la sua decisione con i dubbi avanzati dalle autorità antitrust europee su una sua possibile fusione con la rivale ungherese. Tra gli altri titoli di maggior peso del BUX OTP Bank (HU0000061726) ha guadagnato il 2,5% e Magyar Telekom (HU0000016522), che pubblica domani la sua trimestrale, lo 0,7%. Gedeon Richter (HU0000067624) ha chiuso invariato.

Il PX a Praga ha chiuso in rialzo dell'1,2% a 1.459,60 punti. Ancora bene i bancari. Erste Bank (AT0000652011) ha guadagnato l'1,8% e Komercni Banka (CZ0008019106) lo 0,7%. Quest'ultima ha pubblicato oggi dei risultati di bilancio migliori delle stime degli analisti. Dopo le forti perdite delle scorse sedute NWR (NL0006282204) è rimbalzato e guadagnato il 5,4%. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha perso invece oggi un ulteriore 0,2%.

Il WIG a Varsavia ha perso l'1,6% a 41.437,13 punti. PKN Orlen (PLPKN0000018) ha chiuso in calo del 5,4% a KPN 34,50. Merrill Lynch ha tagliato oggi il suo target sul prezzo per il titolo dell'impresa petrolchimica polacca di più del 15% a KPN 37. Sui bancari sono scattate delle prese di beneficio. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso l'1,6%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) l'1,3% e BZW Bank (PLBZ00000044) l'1,6%. KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha beneficiato della ripresa del prezzo del rame ed ha chiuso in rialzo del 3%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro