etoro

Borse dell'America Latina: San Paolo e Città del Messico salgono ancora

Il Bovespa ha guadagnato l'1,6% e l'IPC l'1,2%.

Le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi contrastate.
Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,6% a 56.382,22 punti. In spolvero i bancari. Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha guadagnato il 2,7%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) il 2,8%, Itau (BRITAUACNPR3) il 3,7% e Unibanco (BRUBBRCDAM14) il 2,8%. Guido Mantega, il Ministro brasiliano delle Finanze, ha dichiarato che delle nuove misure volte a rallentare la crescita del settore del credito sarebbero al momento inopportune. Molto bene anche il settore della siderurgia. Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha chiuso in rialzo del 2,4%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) del 2,3% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) dell'1,8%. Baoshan Iron & Steel (CN0005910731), il primo produttore cinese d'acciaio, ha annunciato oggi dei dati di bilancio per il primo semestre al di sopra delle attese degli analisti. Vale (BRVALEACNPA3) ha beneficiato dell'aumento dei prezzi dei principali metalli ed ha guadagnato lo 0,5%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in rialzo dello 0,4% nonostante il prezzo del petrolio abbia perso oggi a New York più del 2% (per ulteriori dettagli clicca qui).
L'IPC a Città del Messico ha guadagnato l'1,2% a 26.444,20 punti. Tutti i titoli di maggior peso del listino messicano hanno chiuso in rialzo. América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato l'1,6%, Cemex (MXP225611567) il 2,2% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) lo 0,9%.
Tra gli altri listini del continente sudamericano l'IGBC a Bogotà ha guadagnato il 2,1% e l'IBVC a Caracas il 2,6%. Il Merval a Buenos Aires ha perso lo 0,2%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,1% ed il General a Lima lo 0,8%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS