Le borse dell'America Latina chiudono contrastate

San Paolo ha perso lo 0,9%, Città del Messico ha guadagnato lo 0,5%.

Le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi contrastate.
Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,9% a 55.162,14 punti. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6), il titolo di maggior peso del listino brasiliano, ha chiuso in calo del 2%. Il prezzo del petrolio ha perso sul circuito elettronico del NYMEX più di $4 al barile dopo che l'uragano Gustav è stato declassato a tempesta tropicale. Vale (BRVALEACNPA3), l'altro titolo principale del Bovespa, ha perso l'1,3%. I prezzi dei principali metalli hanno registrato oggi a Londra delle forti perdite. In luce il settore immobiliare. Gafisa (BRGFSAACNOR3) ha annunciato che rileverà il 60% di Construtora Tenda (BRTENDACNOR4). La transazione prevede che Tenda riceverà l'unità di Gafisa Fit Residencial. Gafisa ha guadagnato l'8,8%, Tenda il 22,7%, Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) il 4,2% e Cyrela (BRCYREACNOR7) l'1,8%.
L'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,5% a 26.424,70 punti. Bene il settore delle telecomunicazioni. América Móvil (MXP001691213) ha chiuso in rialzo dello 0,6% e Telmex (MXP904131325) dell'1%. Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) ha perso lo 0,7%, Cemex (MXP225611567) ha chiuso invariato.
Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,1%, l'IGBC a Bogotà il 3,6% e il General a Lima lo 0,1%. L'IBVC a Caracas ha perso lo 0,1% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,8%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS