Le borse dell'Europa dell'Est vanno a picco

Mosca ha perso il 4,8%, Budapest il 2,1%, Praga il 4,2% e Varsavia il 3,6%.

CONDIVIDI
Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in netto calo.

L'indice RTS ha perso a Mosca il 4,8% a 1.277,60 punti. In questo modo il listino russo ha riperso tutto il terreno recuperato venerdì scorso. I volumi di scambio sono stati anche oggi bassi. Oltre alla crisi del settore finanziario statunitense sul mercato azionario russo ha pesato oggi il forte calo del prezzo del petrolio. Tra i titoli principali dell'indice RTS LUKoil (RU0009024277) ha perso il 5,8%, Rosneft (RU000A0J2Q06) il 5,6%, Surgutneftegas (RU0006936028) il 6,3%, Gazprom (RU0007661625) il 3,1%, Sberbank (RU0009029540) il 4,1% e VTB Bank (RU000A0JP5V6) il 9,1%. Norilsk Nickel (RU0007288411) ha guadagnato controtendenza l'8,6%. Il colosso minerario ha annunciato che riacquisterà proprie azioni per $2 miliardi ad un prezzo di gran lunga superiore alle attuali quotazioni del suo titolo.

Il BUX a Budapest ha perso il 2,1% a 19.223,14 punti. Come su tutte le piazze finanziarie anche nella capitale ungherese i bancari sono andati a picco. OTP Bank (HU0000061726) ha chiuso calo del 4,7% e FHB (HU0000078175) del 3,3%. Male anche Magyar Telekom (HU0000016522) e Gedeon Richter (HU0000067624). Il titolo dell'ex-monopolista delle telecomunicazioni ha perso il 2%, quello della maggiore impresa farmaceutica dell'Europa dell'Est l'1,4%. Ancora bene invece MOL (HU0000068952): +1% a HUF 15.995.

Il PX a Praga ha perso il 4,2% a 1.236,80 punti. I titoli del settore immobiliare hanno guidato la lista dei ribassi. ECM (LU0259919230) ha chiuso in calo del 10,6% e Orco Property (LU0122624777) dell'11,7%. Teléfónica O2 C.R. (CZ0009093209) ha perso il 10,8%. Il titolo dell'operatore delle telecomunicazioni quota però da oggi ex-dividendo. Tra gli altri titoli principali del PX Komercni Banka (CZ0008019106) ha perso l'1,6%, Erste Bank (AT0000652011) il 3,8%, Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) il 2,8% e NWR (NL0006282204) il 7,6%.

Il WIG a Varsavia ha chiuso in ribasso del 3,6% a 37.705,13 punti. Tutti i venti titoli di maggior peso del listino polacco hanno registrato una seduta negativa. Tra i bancari Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso il 4%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 3,9%, BRE Bank (PLBRE0000012) il 4,2% e il BZW Bank (PLBZ00000044) 4,1%. Tra le altre blue chips polacche KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha chiuso in calo del 5,2%, PKN Orlen (PLPKN0000018) del 4,5% e Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) del 2,6%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption