Borse dell'America Latina: Salgono solo San Paolo e Buenos Aires

Dopo il crollo di ieri il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,7%.

Eccetto San Paolo e Buenos Aires tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso anche oggi in ribasso.
Dopo il crollo di ieri il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,7% a 49.228,92 punti. Il listino brasiliano è affondato intraday fino a 46.260,53 punti. Verso la fine delle contrattazioni il Bovespa ha registrato però un eccezionale rally spinto come Wall Street dalle voci di un possibile salvataggio di AIG (US0268741073) da parte delle istituzioni statunitensi. Tra i bancari Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha guadagnato il 6,7%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) lo 0,1%, Itau (BRITAUACNPR3) l'1,6% e Unibanco (BRUBBRCDAM14) il 2%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) e Vale (BRVALEACNPA3) hanno guadagnato rispettivamente il 5% ed il 3,8% nonostante i prezzi della maggior parte delle commodities abbiano chiuso oggi a New York in calo. I due titoli di maggior peso del Bovespa erano fortemente ipervenduti. Il nuovo calo del prezzo del petrolio ha fatto decollare i titoli delle linee aeree. Gol Linhas Aereas (BRGOLLACNOR7) ha guadagnato il 9,3% e TAM SA (BRTAMMACNOR5) il 6,1%. Cosan (BRCSANACNOR6), il primo produttore al mondo di zucchero, ha chiuso in calo del 9,6%. Il prezzo dello zucchero ha perso oggi a New York un ulteriore 1,2%.
Tra gli altri listini del continente sudamericano l'IPSA a Santiago del Cile ha perso l'1,7%, l'IGBC a Bogotà il 3,8%, General a Lima il 3,4% e l'IBVC a Caracas lo 0,2%. Il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,6%. La Borsa di Città del Messico è rimasta oggi ferma a causa del Giorno dell'Indipendenza.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS