Borse dell'Europa dell'Est: Mosca reagisce, vola Gazprom

L'indice RTS ha guadagnato nella capitale russa l'1,5%. In ripresa anche Budapest e Varsavia.

CONDIVIDI
Eccetto Praga tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in rialzo.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca l'1,5% a 1.211,84 punti. I volumi di scambio sono scesi notevolmente rispetto a ieri e sono stati bassi. La seduta è stata molto volatile. Le autorità finanziarie russe hanno sospeso le contrattazioni per due ore subito dopo l'inizio della seduta a causa dei massivi ordini di vendita arrivati in seguito al crollo di Wall Street di ieri. Alla ripresa delle contrattazioni l'indice RTS ha registrato delle forti perdite ma si è potuto in seguito stabilizzare grazie alla ripresa del prezzo del petrolio e del miglioramento del clima sulle borse dell'Europa occidentale. La maggior parte delle blue chips russe ha chiuso in rialzo. In gran spolvero Gazprom (RU0007661625): +9,4% a $8. Il colosso del gas prevede di ridurre quest'anno sensibilmente i suoi debiti. LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato il 2,2%, Surgutneftegas (RU0006936028) il 6% e Sberbank (RU0009029540) l'8,9%. Rosneft (RU000A0J2Q06) ha chiuso in calo del 4,4%. Secondo quanto riporta il quotidiano finanziario "Kommersant" il primo produttore russo di petrolio potrebbe rivedere il suo programma di investimenti. Norilsk Nickel (RU0007288411) ha chiuso invariato.

Il BUX a Budapest ha chiuso in rialzo dello 0,8% a 18.868,90 punti. Gedeon Richter (HU0000067624) ha guadagnato il 3,4%. L'impresa farmaceutica ha annunciato che gli studi relativi ad un suo importante prodotto in via di sviluppo sono risultati essere positivi. Molto bene anche MOL (HU0000068952): +4,3% a HUF 15.540. OTP Bank (HU0000061726) e Magyar Telekom (HU0000016522) hanno perso rispettivamente il 2,4% e l'1,4%.

Il PX a Praga ha perso lo 0,1% a 1.204,7 punti. Sul listino ceco hanno pesato le forti perdite di Erste Bank (AT0000652011): -5,4% a CZK 848. Altrimenti tutti i titoli principali del PX hanno potuto registrare una ripresa. Komercni Banka (CZ0008019106) ha guadagnato il 4,5%, Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) l'1,4%, Unipetrol (CZ0009091500) l'1,3%. Teléfónica O2 C.R. (CZ0009093209) il 2,9%.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato l'1,4% a 36.854,78 punti. La maggior parte delle blue chips polacche ha chiuso in rialzo. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha guadagnato il 2,3%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 4,6%, PKN Orlen (PLPKN0000018) il 3,6% e Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) il 2,4%. Ancora male KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017): -4,1% a KPN 49,95.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption