Borsainside.com

Le borse di San Paolo e Città del Messico chiudono di nuovo in forte ribasso

Durante l'intera settimana il listino brasiliano ha lasciato sul terreno circa il 12%.

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi in calo.
Dopo il crollo di ieri il Bovespa a San Paolo ha perso oggi un ulteriore 3,5% e chiuso a 44.517,32 punti. Durante l'intera settimana il listino brasiliano ha lasciato sul terreno circa il 12%. Si è trattato in questo modo per il Bovespa della peggiore ottava da più di sei anni. I bancari sono andati anche oggi a picco.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha perso il 6,4%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) il 5%, Itau (BRITAUACNPR3) il 7,1% e Unibanco (BRUBBRCDAM14) il 10%. Il credit crunch si sta inasprendo sempre più anche in Brasile. Per combattere la crisi la Banca Centrale brasiliana ha ridotto per la seconda volta nelle ultime due settimane il quoziente delle riserve obbligatorie richiesto alle banche. Aracruz Celulose (BRARCZACNPB3) è crollato del 25%. Il maggiore produttore al mondo di cellulosa da eucalipto ha comunicato che potrebbe aver perso $1 miliardo sul mercato dei derivati su valute.

Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) e Vale (BRVALEACNPA3), i due titoli principali del Bovespa, hanno perso rispettivamente il 3,3% e l'1,5%.
L'IPC a Città del Messico ha chiuso in ribasso del 4,3% a 22.989,50 punti. Durante l'intera settimana l'indice messicano ha perso più del 10%. Era dall'aprile del 2000 che l'IPC non registrava tali perdite in un'ottava. Anche oggi sul sentiment degli investitori hanno pesato le notizie negative arrivate dal fronte macroeconomico a Wall Street.

Il crollo del mercato del lavoro a settembre ha segnalato che gli USA, il principale partner commerciale del Messico, potrebbero già trovarsi in un periodo di recessione. América Móvil (MXP001691213) ha perso il 5,6%, Banorte (MXP370711014) il 3,5%, Cemex (MXP225611567) il 6,7%, Grupo Mexico (MXP370841019) il 4,9% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) il 6%.
Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha perso lo 0,5%, l'IPSA a Santiago del Cile il 2,3% e il General a Lima lo 0,1% L'IGBC a Bogotà ha chiuso invariato, l'IBVC a Caracas ha guadagnato lo 0,2%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS