Borse dell'America Latina: San Paolo guida l'eccezionale rimbalzo

Il Bovespa ha guadagnato il 14,7%, esplodono i bancari.

CONDIVIDI
Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno registrato oggi degli eccezionali rialzi.
Il Bovespa a San Paolo è esploso del 14,7% a 40.829,13 punti. Per il listino brasiliano, che la scorsa settimana aveva perso il 20%, si è trattato della migliore seduta dal gennaio del 1999. Il miglioramento del clima sulle maggiori piazze finanziari internazionali ha fatto tornare il sereno anche a San Paolo. Il Brasile ha preso come molti altri paesi del globo delle nuove misure volte ad alleviare il credit crunch. La Banca Centrale brasiliana ha ridotto per la quarta volta in un mese le riserve obbligatorie richieste agli istituti di credito del paese. Tra i bancari Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha guadagnato il 20,7%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) il 22,1%, Itau (BRITAUACNPR3) il 23,4% e Unibanco (BRUBBRCDAM14) il 22,8%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in rialzo del 12,1%. Il prezzo del petrolio è rimbalzato oggi a New York del 4,5%. Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato il 13%. Anche i prezzi dei principali metalli hanno registrato oggi una forte ripresa. Tra i titoli dei produttori d'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha chiuso in rialzo del 16,4%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) del 10,9% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) del 12,9%.
L'IPC a Città del Messico ha chiuso in rialzo dell'11% a 22.095,89 punti. Era da più di dieci anni che il listino messicano non metteva a segno una tale performance in una seduta. Banorte (MXP370711014) ha guadagnato il 31%. Secondo J.P. Morgan le recenti perdite del titolo sarebbero state ingiustificate. Grupo Mexico (MXP370841019) ha guadagnato il 16,8%. Il prezzo del rame ha guadagnato oggi a New York quasi l'8%. Tra gli altri titoli di maggior peso dell'IPC América Móvil (MXP001691213) ha chiuso in rialzo del 12%, Cemex (MXP225611567) dell'11% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) del 3,1%.
Tra gli altri listini del continente sudamericano l'IPSA a Santiago del Cile ha guadagnato il 12,5%, il General a Lima il 13,7% e l'IBVC a Caracas lo 0,8%. Le borse di Buenos Aires e Bogotà sono rimaste ferme. In Argentina ed in Colombia si è celebrato oggi come negli USA il giorno della scoperta dell'America da parte di Colombo.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption