Le borse dell'Europa dell'Est volano

Mosca ha guadagnato l'11,9%, Budapest il 14,1%, Praga il 13,2 e Varsavia il 6,3%.

CONDIVIDI
Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno registrato oggi degli eccezionali rialzi.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca l'11,9% a 644 punti. Il mercato azionario russo ha beneficiato del rally di Wall Street di ieri e del forte rialzo del prezzo del prezzo del petrolio. Nel dopo-borsa di ieri la VneshEkonomBank (VEB), la banca statale per lo sviluppo economico e per gli affari esteri, ha inoltre comunicato di aver acquistato dalla scorsa settimana titoli azionari russi per RUB 20 miliardi. Anche questa notizia ha contribuito a migliorare l'umore degli investitori a Mosca. Tutte le blue chips russe hanno preso il volo. LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato l'11,7%, Rosneft (RU000A0J2Q06) il 22,1%, Gazprom (RU0007661625) il 15,7%, Norilsk Nickel (RU0007288411) il 20,2% e Sberbank (RU0009029540) il 27,1%.

Il BUX a Budapest ha guadagnato il 14,1% a 13.399,05 punti. L'Ungheria riceverà per superare le difficoltà derivanti dalla crisi dei mercati finanziari un prestito da €20 miliardi dal Fondo Monetario Internazionale, dall'Unione Europea e dalla Banca Mondiale. Il Fondo Monetario Internazionale contribuirà con €12,5 miliardi, l'Unione Europea con €6,5 miliardi e la Banca Mondiale con €1 miliardo. L'Ungheria si è impegnata come contropartita a lanciare delle misure volte a ridurre il suo debito pubblico e a sostenere la sua economia. La notizia è stata accolta molto positivamente dagli investitori. Sulle blue chips ungheresi si è scatenata una pioggia d'acquisti. OTP Bank (HU0000061726) ha guadagnato il 23,3%, MOL (HU0000068952) il 15,1%, Magyar Telekom (HU0000016522) il 12,4% e Gedeon Richter (HU0000067624) il 5,3%.

Il PX a Praga ha chiuso in rialzo del 13,2% a 791,90 punti. L'aiuto internazionale ricevuto dall'Ungheria ha fatto tornare il sereno anche sulla piazza finanziaria ceca. Erste Bank (AT0000652011) ha guadagnato il 6,2%, Komercni Banka (CZ0008019106) il 12,2%, Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) il 22%, Unipetrol (CZ0009091500) il 24,3% e Teléfónica O2 C.R. (CZ0009093209) il 15,8%.

Il WIG a Varsavia ha chiuso in rialzo del 6,3% a 27.497,03 punti. Diciotto dei venti titoli principali del listino polacco hanno registrato una seduta positiva. Il rally è stato guidato anche oggi da KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha guadagnato il 16,5%. Il prezzo rame ha chiuso oggi a Londra in rialzo di quasi il 4%. Molto bene anche oggi i bancari. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha guadagnato il 9,9%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 10,5%, BRE Bank (PLBRE0000012) il 10,4% e BZW Bank (PLBZ00000044) il 5,1%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro