etoro

Borse dell'America Latina: San Paolo chiude in forte rialzo, in luce i bancari

Il Bovespa ha guadagnato quasi il 3%. Seduta positiva anche per Città del Messico.

Eccetto Caracas tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi in rialzo.
Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato il 2,7% a 38.249,44 punti. In luce i bancari. Itau (BRITAUACNPR3) ed Unibanco (BRUBBRCDAM14) hanno annunciato oggi di aver raggiunto un accordo di fusione. La nuova entità rappresenterà il primo gruppo finanziario dell'America Latina (per ulteriori dettagli clicca qui). Itau ha chiuso in rialzo del 16,3%, Unibanco del 9% e Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) del 4,4%. Banco do Brasil (BRBBASACNOR3), che in seguito alla fusione tra Itau ed Unibanco perderà la sua leadership nel settore, ha chiuso in calo del 3,1%. Vale (BRVALEACNPA3) ha beneficiato dell'aumento dei prezzi dei principali metalli ed ha chiuso in rialzo del 3,5%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso invece lo 0,7%. Il prezzo del petrolio ha perso oggi a New York il 5,8%.
L'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,8% a 20.612,68 punti. Tutte le blue chips messicane hanno registrato una seduta positiva. América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato il 2,2%, Cemex (MXP225611567) il 4,5% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) lo 0,8%.
Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato il 4,6%, l'IPSA a Santiago del Cile il 2,8% e il General a Lima il 10,5%. L'IBVC a Caracas ha perso lo 0,8%. La Borsa di Bogotà è rimasta oggi ferma a causa di una festività in Colombia.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS