etoro

Borse dell'Europa dell'Est: Ancora bene Mosca, crollano Budapest e Praga

L'indice RTS ha guadagnato nella capitale russa il 3,2%.

Anche oggi tra le principale borse dell'Europa dell'Est solo Mosca ha potuto chiudere in rialzo.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca il 3,2% a 1.087,59 punti. Durante l'intera settimana il listino russo ha guadagnato il 7,3%. I volumi di scambio sono aumentati notevolmente rispetto a ieri e sono stati molto alti. Il mercato azionario russo ha beneficiato del rally dei prezzi delle commodities. Il prezzo del petrolio ha superato oggi anche quota $66 al barile, quello del rame è salito ai suoi più alti livelli delle ultime tre settimane. Tra le blue chips russe LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato il 3,2%, Rosneft (RU000A0J2Q06) il 2,5%, Gazprom (RU0007661625) il 3%, Norilsk Nickel (RU0007288411) lo 0,5% e Sberbank (RU0009029540) il 3,3%.

Il BUX a Budapest ha perso il 4,5% a 14.937 punti. Il debole dato sul PIL degli USA ha fatto scattare sulla piazza finanziaria ungherese delle prese di beneficio. Secondo gli operatori molti investitori non avrebbero voluto correre rischi prima della fine del mese e del lungo week-end. La Borsa di Budapest resterà infatti lunedì prossimo ferma per una festività in Ungheria. MOL (HU0000068952) è crollato del 9%. Seduta da dimenticare anche per Magyar Telekom (HU0000016522) e Gedeon Richter (HU0000067624). Il titolo dell'operatore telefonico ha chiuso in calo del 4,8%, quello dell'impresa farmaceutica del 5,5%. OTP Bank (HU0000061726) ha perso solo lo 0,3%.

Il PX a Praga ha perso il 4,1% a 864,60 punti. Komercni Banka (CZ0008019106) ha perso l'11,7%. Verso la fine delle contrattazioni il titolo è stato colpito da una pioggia di vendite senza alcun plausibile motivo. Tra gli altri titoli di maggior peso del listino ceco Erste Group Bank (AT0000652011) ha perso il 2,8%, Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) il 2,4% e Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) il 2,6%.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,5% a 29.322,72 punti. I bancari hanno sofferto anche oggi. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso il 3%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) il 2,3% e BZW Bank (PLBZ00000044) il 4,1%. Bene i titoli legati alle materie prime. KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha guadagnato lo 0,5% e PKN Orlen (PLPKN0000018) l'1,8%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS