Le borse dell'Europa dell'Est chiudono contrastate

Mosca e Praga hanno registrato dei lievi rialzi, Budapest ha chiuso in ribasso, Varsavia è rimasta invariata.

Le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi contrastate.

L'indice RTS ha guadagnato a Mosca lo 0,3% a 924,11 punti. I volumi di scambio sono oggi ulteriormente aumentati ma sono rimasti al di sotto della media. Dopo le perdite delle scorse sedute alcuni titoli hanno registrato una ripresa. Gli operatori hanno osservato che finchè l'outlook del prezzo del petrolio resta incerto il trend del mercato azionario russo dovrebbe rimanere negativo. Tra le blue chips russe LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato l'1,7%, Rosneft (RU000A0J2Q06) l'1,4% e Sberbank (RU0009029540) lo 0,4%. Norilsk Nickel (RU0007288411) e Gazprom (RU0007661625) hanno perso rispettivamente l'1,8% e lo 0,5%.

Il BUX a Budapest ha perso lo 0,7% a 14.768,52 punti. Ancora male OTP Bank (HU0000061726): -0,6% a HUF 3.379. Per il titolo della prima banca ungherese si è trattato della quarta seduta negativa di fila. Male anche gli altri titoli di maggior peso del BUX. MOL (HU0000068952) ha perso lo 0,9%, Gedeon Richter (HU0000067624) l'1,2% e Magyar Telekom (HU0000016522) lo 0,2%.

Il PX a Praga ha guadagnato lo 0,6% a 880,70 punti. Tra i titoli del listino ceco Komercni Banka (CZ0008019106) ha guadagnato il 4%, Unipetrol (CZ0009091500) l'1,7% e Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) l'1,8%. Erste Group Bank (AT0000652011) e Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) hanno perso rispettivamente l'1,1% e lo 0,2%.

Il WIG a Varsavia ha chiuso invariato a 29.838,80 punti. Seduta negativa per i bancari. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso l'1,8%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) lo 0,1%, BZW Bank (PLBZ00000044) l'1,7% e BRE Bank (PLBRE0000012) il 2,6%. KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha guadagnato l'1,4% e Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) l'1,4%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS