Borse dell'Europa dell'Est: Ancora una seduta negativa per Mosca

L'indice RTS ha perso nella capitale russa lo 0,5%.

Quasi tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in rialzo.

L'indice RTS ha perso a Mosca lo 0,5% a 884,94 punti. I volumi di scambio sono scesi rispetto a ieri e sono stati bassi. Il prezzo del petrolio ha dato anche oggi dei segni di debolezza. Il mercato azionario russo ha potuto però limitare le perdite grazie alla positiva performance delle borse dell'Europa occidentale. Tra le blue chips russe LUKoil (RU0009024277) ha guadagnato lo 0,7%, Rosneft (RU000A0J2Q06) lo 0,2% e Norilsk Nickel (RU0007288411) l'1,2%. Gazprom (RU0007661625) ha chiuso invariato, Sberbank (RU0009029540) ha perso lo 0,4%

Il BUX a Budapest ha guadagnato lo 0,8% a 14.586,79 punti. Quasi tutte le blue chips ungheresi hanno chiuso in rialzo. Gedeon Richter (HU0000067624) ha guadagnato lo 0,2%, MOL (HU0000068952) il 3% e Magyar Telekom (HU0000016522) l'1,2%. Ancora male OTP Bank (HU0000061726): -1,4% a HUF 3.150.

Il PX a Praga ha guadagnato lo 0,9% a 890,5 punti. Tra i titoli del listino ceco Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha chiuso in rialzo dell'1,2%, Komercni Banka (CZ0008019106) dell'1,5% e Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) dell'1,9%. Erste Group Bank (AT0000652011) ha perso lo 0,5%.

Il WIG a Varsavia ha guadagnato lo 0,7% a 29.979,92 punti. KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha chiuso in rialzo del 4,3%. Citigroup ha alzato oggi il suo target sul prezzo per il titolo dell'impresa mineraria polacca a KPN 81. Tra le altre blue chips polacche PKO Bank Polski (PLPKO0000016) ha guadagnato lo 0,2%, Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) l'1,3% e PKN Orlen (PLPKN0000018) il 3%. Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso il 4,3%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS