etoro

Le borse dell'Europa dell'Est chiudono in ribasso

Dopo cinque sedute positive di fila l'indice RTS ha perso a Mosca lo 0,2%.

Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso.

Dopo cinque sedute positive di fila l'indice RTS ha perso a Mosca lo 0,2% a 1.194,21 punti. I volumi di scambio sono scesi sensibilmente rispetto a venerdì e sono stati bassi. Il calo dei prezzi delle commodities ha fatto scattare oggi delle prese di beneficio sulla piazza finanziaria russa. Tra i titoli di maggior peso della Borsa di Mosca Gazprom (RU0007661625) ha perso l'1,9%, Norilsk Nickel (RU0007288411) l'1,9% e Sberbank (RU0009029540) lo 0,4%. Rosneft (RU000A0J2Q06) ha guadagnato lo 0,6%.

Il BUX a Budapest ha perso lo 0,4% a 19.223,94 punti. Le blue chips ungheresi hanno chiuso contrastate. OTP Bank (HU0000061726) ha perso l'1,3% e Gedeon Richter (HU0000067624) lo 0,9%. MOL (HU0000068952) e Magyar Telekom (HU0000016522) hanno guadagnato rispettivamente lo 0,3% e lo 0,6%.

Il PX a Praga ha perso lo 0,7% a 1.133,60 punti. I titoli legati alle commodities hanno sofferto in particolar modo. Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) ha chiuso in calo dell'1,8%, Unipetrol (CZ0009091500) dello 0,9% e NWR (NL0006282204) dell'1,8%. Bene controtendenza Komercni Banka (CZ0008019106): +4,2% a CZK 3.386.

Il WIG a Varsavia ha perso il 2,1% a 35.883,47 punti. Sul mercato azionario polaccao ha pesato la debolezza dello zloty. Diciannove dei venti titoli di maggior peso del WIG hanno chiuso in ribasso. Tra le blue chips polacche Bank Pekao (PLPEKAO00016) ha perso il 2%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) l'1,9%, KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) l'1,9% e PKN Orlen (PLPKN0000018) il 3,3%. Il titolo di Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) è rimasto invariato.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS