Le borse di San Paolo e di Città del Messico chiudono in netto rialzo

Il Bovespa ha guadagnato il 2% e l'IPC l'1,9%.

Tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso oggi in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato il 2% a 62.369,30 punti. Era da quindici mesi che il listino brasiliano non saliva a tali livelli. L'indice ISM non manifatturiero è aumentato lo scorso mese negli USA ai suoi più alti livelli dal maggio del 2008. La notizia ha fatto riaumentare la fiducia degli investitori nella ripresa dell'economia. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato lo 0,9%. Il prezzo del petrolio ha guadagnato oggi a New York lo 0,7%. Vale (BRVALEACNPA3) ha chiuso in rialzo dell'1,5%. Il prezzo del rame ha guadagnato al NYMEX l'1,7%. Nel settore dell'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato il 2,7%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) il 3,9% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) l'1,5%.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in rialzo dell'1,9% a 29.214,40 punti. Grupo Mexico (MXP370841019) ha beneficiato dell'aumento del prezzo del rame ed ha guadagnato il 6,5%. Bene anche gli altri titoli principali del listino messicano. América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato il 2,3%, Cemex (MXP225611567) il 2,5% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) lo 0,8%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato l'1,4%, l'IGBC a Bogotà lo 0,9%, l'IPSA a Santiago del Cile l'1,2%, il General a Lima l'1,2% e l'IBVC a Caracas l'1,8%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X