Borse dell'America Latina: San Paolo e Città del Messico chiudono in rialzo

Il Bovespa ha guadagnato l'1,8%, l'IPC lo 0,5%.

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso oggi in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,8% a 63.759,87 punti. Vale (BRVALEACNPA3) ha beneficiato della solida trimestrale pubblicata ieri da Alcoa (US0138171014) ed ha guadagnato l'1,6%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in rialzo del 2,3%. Il prezzo del petrolio ha guadagnato oggi a New York il 3%. Vivo (BRVIVOACNOR1) ha chiuso in rialzo del 7,3%. La controfferta lanciata da Telefónica (ES0178430E18) su GVT (BRGVTTACNOR8) ha acceso la speculazione sul futuro del primo operatore brasiliano di telefonia mobile. Una parte del mercato punta sul fatto che anche Vivo possa essere nel mirino di Telefónica. Il colosso spagnolo delle telecomunicazioni è già uno dei maggiori azionisti di Vivo.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in rialzo dello 0,5% a 29.898,85 punti. Cemex (MXP225611567) ha guadagnato il 2,4%. Standard & Poor's ha alzato il rating sul debito del gigante del cemento da "B-" a "B". Tra le altre blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato lo 0,8%, Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) ha chiuso invariato.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato il 2,5% e l'IBVC a Caracas l'1,1%. L'IGBC a Bogotà ha perso lo 0,6% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,2%. La Borsa di Lima è rimasta oggi ferma.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X